giovedì 25 giugno 2009

Un suono dal passato


Si sa che nei condomini ci sono suoni e odori tipici: gli aromi dei cibi in preparazione sui fornelli, mobili che vengono spostati agli orari più improbabili, litigi furibondi, c'è chi ha anche la fortuna di avere come vicino un cantante che deve provare per il piano bar.
Io ho il privilegio di ascoltare l'inconfondibile ticchettìo di una macchina da scrivere. Sento le dita muoversi in mdo spedito sui tasti al di là di una tenda svolazzante, ma non so chi esattamente la usi e perché. Immagino un uomo di mezza età che tiene i conti del bilancio domestico, appuntando le spese, oppure un redattore di un diario quotidiano in cui fermare gli istanti sfuggenti della vita...
Vi vengono in mente altre spiegazioni?

Nel frattempo che pensate fatevi una risata in tema... con questo:


E. Hopper, Office at Night, oil on canvas, 1940

giovedì 18 giugno 2009

Riassumiti in 3 tag

Prendendo spunto da un articolo di una rivista femminile, che ha chiesto a personaggi del mondo della musica di riassumere se stessi e la propria vita in tre tag, vi chiedo di rispondere anche voi, qui o sul vostro blog (ma segnalatelo...). Ebbene, se dovessi stare tutto/a in tre tag, quali sceglieresti?
Si tratta di un esercizio di estrema semplificazione: "fai pulizia - dice l'articolo citato - individua i concetti dominanti di ogni contesto in cui vivi, mettili in evidenza e cancella tutto il resto".
I contesti in cui vivo, famiglia e amici, scuola e tutto il resto del tempo potrebbero essere riassunti in tre etichette?
-Ho visto cose (con le varianti... ho vissuto cose, ho letto cose, ho incontrato cose: la vita, in fondo, non è la somma degli avvenimenti che ci sono capitati?)
-Persone e momenti di persone (la vita, in fondo, non è la somma degli incontri che ci sono capitati, delle vite che abbiamo incrociato? A volte sono momenti, e resta il rimpianto di certi "sentieri interrotti"...)
-Tu (la vita, in fondo, è rapporto con qualcosa, con un Tu... per semplificare, che qualcuno potrebbe chiamare Dio o addirittura Padre, ma altri potrebbero definire semplicemente Mistero o Realtà).
Insomma, eccomi qua in tre tag.
Ora tocca a voi!

lunedì 1 giugno 2009

Ponte del 2 giugno

Passeggiata in una stradina di campagna:



L'ombra di un albero:



Fiori e piante:



Arrivo al mare in un porticciolo deserto per il cielo plumbeo. La spiaggia come si vede è formata dalla colata lavica:



Oggi vado a comprare i vasi per piantare le talee raccolte.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...