giovedì 31 dicembre 2009

Accendi le candele e...

L'arma segreta contro la mafia

"C’è un’arma segreta contro la mafia: i maestri elementari. Parola più parola meno, così Gesualdo Bufalino, immenso poeta e scrittore siciliano, rispondeva tanti anni fa in un’intervista televisiva. E dovendo oggi rilanciare la riflessione sul Mezzogiorno, forse è necessario ripartire dai “fondamentali”, o se volete dall’essenziale. E l’educazione, soprattutto quella di base, appare il collante necessario per riprendere un tragitto di legalità, di democrazia e di sviluppo per quella parte del territorio italiano in cui il gap rispetto al resto del Paese è divenuto strutturale" (Domenico Delle Foglie)
Per continuare a leggere clicca qui.

mercoledì 30 dicembre 2009

Sites for teachers


Centinaia di siti utili per chi lavora nel campo dell'istruzione e dell'educazione, in lingua inglese. Sono raccolti nel portale Sites for teachers, gemello professionale del Sites for parents di cui ho parlato qualche giorno fa. Ovviamente si tratta di risorse costruite e pensate per la scuola di tipo anglosassone: test, attività interattive, idee per celebrare le date salienti di ogni mese, spelling... ma ciò non toglie che possano essere di ispirazione anche in un contesto italiano di insegnamento.

martedì 29 dicembre 2009

La pulzella d'Orleans




Ricordo la vivida impressione che ho provato quando ho visto per la prima volta il film La passione di Giovanna d'Arco di Dreyer (1928) con gli intensi primi piani in bianco e nero, ma anche l'emozione di guardare insieme ai miei alunni la splendida Milla Jovovich (nella foto) in Jeanne d'Arc di Luc Besson (1999).
Chi volesse fare un viaggio nella vita di questa santa intrepida potrebbe navigare sul sito Maid of Heaven: troverebbe la cronologia della sua vita (Timeline), spunti e curiosità (Quick facts), una ricca bibliografia e sitografia (References), rewies su libri e film dedicati alla giovane condottiera.


domenica 27 dicembre 2009

Color with Leo

Vi consiglio una visita: si tratta del sito Color with Leo, che contiene divertenti attività completamente free per far sbizzarrire i vostri figli o i vostri alunni in un momento di pausa e, perchè no, per rilassarvi ogni tanto, che non guasta.
Un piccolo Leonardo Da Vinci vi guiderà in tre diversi spazi: Games, Art Studio e Coloring.
In Games troverete diversi giochi, tra cui alcuni educativi per i più piccoli (come Select the Shape in cui ci si esercita a riconoscere delle forme geometriche), ma anche delle attività interessanti (come Painting Puzzle, costruiti con dipinti di pittori famosi).
In Art Studio si può perfezionare con l'aiuto del mouse la propria capacità di disegnare, ma anche testare i risultati del mescolare i colori tra loro o giocare ad un Color Memory.
Nella sezione Coloring, infine, potrete scaricare e stampare disegni da colorare. In particolare ci sono diversi disegni in cui Leo assume l'identità di famosi pittori intrufolandosi nei loro quadri più famosi...
Per gli insegnanti o i genitori c'è una sezione a disposizione con lezioni di teoria dei colori e del disegno e informazioni sui pittori le cui opere sono utilizzate per le attività del sito.Non mi resta che augurarvi buona navigazione e buon disegno... (e inseritelo nei preferiti dei vostri figli!)

sabato 26 dicembre 2009

Self-learning English

foto di EO1 (Flickr)

Da tempo mi dico che devo perfezionare il mio inglese. Soprattutto arricchire il lessico e migliorare la pronuncia... Adesso non ho più scuse: ho trovato delle risorse on line che mi aiuteranno nell'arduo compito.
Ecco le più utili, a mio avviso:

1) Links di PodCards: si tratta di una serie di lezioni da scaricare (in pdf e in mp3) accompagnate da esercizi che vi aiuteranno a imparare o a tenere vivo il vostro spoken english, ma il sito in questo momento (come mi è stato segnalato) dà dei problemi di accesso. Da esplorare con calma la sezione di links utili.

2) English for everyone: qui troverete, divisi per argomenti, moltissimi esercizi interattivi liberamente scaricabili o stampabili.

3) My english Grammar: una grammatica in inglese molto semplice visivamente gradevole.

4) E poi una vera e propria miniera: Learn english. Per prima cosa, cliccando due volte su ogni parola si apre la pagina corrispondenete di word reference che traduce e spiega il vocabolo. Inoltre c'è di tutto: un test per saggiare il proprio livello di partenza, possibilità di iscriversi a un forum e a una chat, la pagina del giorno (con la citazione del giorno, la parola del giorno, la notizia del giorno...), 263 giochi, tutto con un continuo update... non credo si possa desiderare di più!

Altre risorse:
-a little Brit of us, un blog di un'insegnante
-corso base con speaker inglese
-say again, please, un altro blog molto interessante di un ragazzo trasferitosi in Inghilterra
-english for all: raccolta di brevi video, recitati da ttori inglesi in situazioni di vita quotidiana, che si possono ascoltare, rileggere ed esaminare dal punto di vista delle regole grammaticali.

mercoledì 23 dicembre 2009

Risorse on line per genitori

Ammiro molto gli americani per la capacità di condivisione che hanno e per il senso della comunità che li contraddistingue. Si vede anche dalla miriade di risorse free (per educatori, per insegnanti, per genitori) che popolano il web che parla inglese.
Se volete farvi un quadro generale, sedetevi comodamente, prendetevi del tempo ed esplorate le decine e decine di pagine del portale Sites for parents:

Troverete siti di giochi educativi, risorse on line per imparare l'inglese da autodidatta, attrezzi per ripassare le materie chiave, raccolte di video scientifici e chi più ne ha più ne metta, c'è da perdersi...

martedì 22 dicembre 2009

Hopper a Milano


Ci vado! Chi legge da tempo questo blog sa che Hopper è uno dei miei pittori preferiti. Ne ho parlato qui e qui. La stessa icona che mi contraddistingue, la finestra, è un quadro del noto pittore americano. Chi volesse informazioni sulla mostra può visitare questo sito. Inoltre, cliccando sull'immagine a sinistra sarete indirizzati a uno Scrapbook a tema.

Blackwell’s Island, 1928 Olio su tela, 88,9 x 152,4 cm (Collezione privata)

lunedì 21 dicembre 2009

21 dicembre

Winter Solstice at Stonehenge (foto di Christopher Hawkins su Flickr)

Tra il 20 e il 24 dicembre si verifica il fenomeno astronomico del solstizio d'inverno. In questo sito potrete trovare delle immagini che visualizzano ciò che avviene: semplificando, il Sole si trova all'altezza minima sull'orizzonte.
Sarebbe interessante segnare sulla parete il punto in cui la luce entra dalla finestra e sapere che da quel momento si procederà verso un aumento della durata delle giornate. Ecco perchè la festa cristiana del Natale coglie un momento propizio in tutti i sensi: l'inizio dell'inverno è in realtà il giorno in cui l'inverno comincia a concludersi. Eppure molte giornate fredde seguiranno a questa: il clima, infatti, è dato anche dalle temperature degli oceani che ora cominciano davvero a raffreddarsi. Questo fenomeno, in particolare, è spiegato in questo sito. Le curiosità e le inesattezze legate al solstizio e al giorno più corto dell'anno sono esaminate qui.
Lungi da derive esoteriche (di cui il web è zeppo), la data del sosltizio di inverno è uno di quei momenti in cui l'uomo si sintonizza sul moto degli astri, sentendosi parte di un primordiale cosmo. Lo testimoniano i monumenti preistorici e quelli più recenti, che sono allineati con gli immensi moti astrali. Pensiamo ai templi del Machu Picchu, ai megaliti di Stonehenge e di Avebury. Se volete assaporare un'immagine a 360° dei megaliti andate qui.
C'è un'immagine fra tutte che rende evidente il percorso del sole sull'orizzonte nel giorno del solstizio d'inverno. Si tratta di un'elaborazione fotografica di Danilo Pivato:

Insomma, Good Winter Solstice!

domenica 13 dicembre 2009

Spiegare il Natale



Chi fu il primo ad affermare che Gesù nacque il 25 dicembre? Quando la festa romana del Sol invictus assunse una chiara fisionomia cristiana? Cosa c'entra San Francesco con la nostra idea di Natale? Cosa ci fanno il Bue e l'Asinello nel Presepe? A queste e ad altre domande si può trovare un'autorevole risposta qui, ma anche qui. Ma soprattutto qualsiasi occasione può essere spunto per una lezione di storia, per esempio sull'incontro del cristianesimo con la cultura greca e con le usanze pagane, o sul cambiamento di mentalità che introdusse il cristianesimo rispetto al passato.
Un libro fra tutti: La conversione al cristianesimo nei primi secoli.

Cristo nelle vesti del dio-sole Helios/Sol Invictus alla guida del carro.
Mosaico del III secolo delle grotte Vaticane sotto la basilica di San Pietro.



mercoledì 2 dicembre 2009

Reportage dalla Campania


Come vi dicevo qualche tempo fa, ho partecipato ad un viaggio in Campania offerto da un'agenzia specializzata in gite scolastiche. Vi avevo promesso un resoconto: ecco qualche spunto. La prima tappa è stata la Città della Scienza di Bagnoli, irrinunciabile per i nostri alunni e anche per noi... con uno splendido planetario e diversi spazi interattivi che rendono accattivante il mondo delle scoperte scientifiche. Qui accanto l'angolo riservato ai poliedri. C'è anche una sezione Hands on! dedicata ai più piccoli.

Non ultimo, il fattore ambientazione: l'edificio, ricavato da un'antica fabbrica, è su uno spettacolare tratto di costa, godibile attraverso le ampie vetrate.

Nella stessa giornata, dopo pranzo si può tranquillamente fare una capatina a Pozzuoli alle Solfatare, che offrono un'esperienza diretta dei fenomeni vulcanici. L'acqua che bolle, i colori che lo zolfo strappa alla pietra, l'odore acre e a tratti fastidioso, il vapore ad alta pressione, le rocce calde sono tutti particolari emozionanti per i ragazzi. Fare un giro di Napoli poi è d'obbligo, anche perché le Solfatare chiudono alle 16,30 e rimane buona parte del pomeriggio per gustare la città partenopea. Tra l'altro abbiamo potuto percorrere la famosa via dei Presepi, San Gregorio Armeno, e abbiamo assaggiato il babà.


Come potete giudicare dalle foto, non si può resistere!
Il secondo giorno si può dedicare ad una passeggiata nel tempo, per le strade di Pompei. Un tuffo nel passato che nessun film hollywoodiano potrà eguagliare... Di pomeriggio ci sarà spazio per una gita fuori porta, a Sorrento, dove ho fatto incetta di limoncello.
Il terzo giorno è stato impiegato per la Reggia di Caserta: tra le foto scattate, ho scelto quella del magnifico pavimento decorato con intarsi di marmo a forma di labirinto, dalle molteplici implicazioni simboliche.


Da ultimo vi lascio con uno splendido tramonto sulla strada per Sorrento...
Devo confessarvi che molti mi avevano parlato positivamente della Campania e in particolare di Napoli, ma in me le immagini del telegiornale e la cattiva presentazione mediatica avevano avuto la meglio; ecco perché la sorpresa è stata ancora più grande, la sorpresa di una città viva, con un forte senso della comunità che entra nel cuore, di una regione dagli splendidi scorci di paesaggio, dalla storia millenaria che le contraddizioni del presente non possono sopprimere.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...