lunedì 28 maggio 2012

Love of learning: learning by travel

Apprendere viaggiando. Dite che è un binomio strano? In viaggio ci si diverte, si fugge dalla quotidianità... figuriamoci se è la situazione giusta per imparare. Eppure, un viaggio è un'occasione di apprendimento, che lo vogliamo o no. Quasi senza volerlo assorbiamo la diversità del paese che ci circonda, delle abitudini, delle facce e delle architetture che osserviamo. Vediamo cose nuove - diciamo. E questo non è imparare?




Una delle mie tag è proprio learning by travel. In essa sono raccolti i post in cui ho raccontato di ciò che ho imparato nei miei viaggi: da una gita scolastica in Toscana alla ricerca del Medioevo o della preistoria in Irlanda, dalla visita alla mostra di Hopper a un itinerario in Austria sulle tracce dei Celti. In questi casi imparare non è stato casuale, credo veramente che se ben preparato e vissuto appieno un viaggio è un'occasione d'oro per apprendere. D'oro perché il viaggio è apprendimento full immersion, e perché è legato non a "sudate carte" da studiare, ma a un'occasione piacevole e rilassante. Viaggiare è infatti svago, ma anche un itinerario di conoscenza. 
Capita anche che un viaggio accenda la curiosità, il desiderio di approfondire la storia che sta dietro ciò che vediamo. Al ritorno si va alla ricerca di nuovi particolari con cui arricchire le proprie conoscenze. 
Fare un viaggio, spostandosi nello spazio, diventa l'occasione per tornare indietro nel tempo. 
Sostando e respirando tra le colonne di una cattedrale o tra le rovine di un castello o tra i megaliti di un sito preistorico, si coglie dal vivo lo spirito del passato, in modo diverso e più efficace che non studiando su un libro di storia.
In viaggio si può imparare storia, ma anche geografia, scienze, arte.

Vi propongo di lasciarmi il link di un vostro post (anche già pubblicato) su questo: cosa avete imparato in viaggio? avete mai fatto un viaggio a tema? Raccontatemi un vostro viaggio che è stata anche un'occasione di apprendimento, vi aspetto! Se avete difficoltà a linkare correttamente il vostro post lasciatemi l'URL nel commento e ci penso io... 
Se volete, potete inserire nel post o nel blog il banner dell'iniziativa:


BannerFans.com



Love of Learning Participants
1. Mens Sana Geography: a virtual travel
2. Silvia: Pisa
3. Cì: imparare viaggiando con i bambini
4. Tra teatro e arte: scoprire il proprio territorio
5. Parlare con i bambini: viaggiare è cambiare
6. Sandra: la Russia in camper
7. Renata: emozioni in viaggio
8. MammaElly: gita all'Acquario di Cattolica
9. MammaElly: passeggiate tra i boschi
10. MammaElly: gita al Lago della Ninfa
11. 6cuorieunacasetta: come dentro un quadro
12. giorgia: Lisbona formato famiglia
13. labiondaprof: una gita scolastica
14. Twins(bi)mamma: gita a Gubbio
15. A tea for U: San Marino
16. Viaggi e Baci
17. Twins(bi)mamma - gita a Pisa
18. The Family Company: passeggiando con Paolo e Francesca

Powered by... Mister Linky's Magical Widgets.

28 commenti:

  1. mi piace parteciperò presto...con il post che ancora devo scrivere su una gita a Pisa e magari con qualche post di visita ai castelli ... la storia dei posti che andiamo a visitare è la nostra priorità....

    RispondiElimina
  2. @ twinsmamma: ti aspetto con curiosità!

    RispondiElimina
  3. Carissima, non saprei quale post linkarti, ora ci penso. Io un anno fa ho intrapreso quest'avventura di trasferirmi dalla quale OGNI SINGOLO GIORNO sto imparando cose meravigliose. Sto imparando a guardare il cielo con altri occhi, ad ascoltare il canto degli uccellini, ad assorbire come una spugna ogni cosa nuova e diversa che questo paese ha da offrirmi. E' tutto un "imparare". Per non parlare dei miei figli...
    Ma forse so quale post linkarti. Ora lo cerco.

    Comunque vorrei mettere il banner sul mio blog.

    Buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  4. ciao, in realtà ho scritto prima di leggerti, il mio è un post generalistico... se mi viene in mente altro di più specifico nei vecchi post, tornerò a linkare. ciao!!! :)

    RispondiElimina
  5. @ mom: aspetto il tuo contributo, il tuo punto di vista mi sembra molto interessante!

    @ Cì: ma è un post bellissimo, lo sto leggendo con calma...

    RispondiElimina
  6. Ciao,
    io ho scritto un post sul mio recente viaggio a Recco (GE)... un viaggetto soprattutto gastronomico. In più presento anche un'applicazione per tenere traccia dei propri viaggi.

    RispondiElimina
  7. @ Raffaella: vado subito a leggere...

    @ tutti: ho corretto alcuni link per far capire meglio di cosa trattano...

    RispondiElimina
  8. Bella questa cosa....ritorno tra un po'.

    RispondiElimina
  9. @ Sandra: ma non eri in pausa? Comunque ti aspetto...

    RispondiElimina
  10. Come negare questa tua affermazione. Viaggiare è imparare, non ci sono dubbi. Se hai occhi che vogliono guardare basterà oltrepassare la porta di casa e ci sarà sempre qualcosa da imparare. Io adoro Hopper ma non ho mai avuto la fortuna di vedere le sue opere dal vivo. Un saluto.

    RispondiElimina
  11. Ciao...ho messo il blog in pausa ma parto mercoledì. Mi servono questi giorni perché ho mille faccende da sbrigare e non ce la faccio a passare CON REGOLARITà da tutti quelli che seguo...solo qui e lì a zonzo nei ritagli di tempo.
    Io non so se questo che ti linko corrisponda alle tue aspettative...vedi tu.
    RUSSIA
    GUATEMALA
    SALENTO
    Comunque io metto il banner.Grazie.

    RispondiElimina
  12. @ Sandra: ho tolto il link al blog in generale, perché qui si linkano pos specifici, altrimenti uno va e trova il primo post in home page ma non quello che interessa. Ho scelto quello sulla Russia, se vuoi linkare gli altri fallo pure...

    RispondiElimina
  13. Eh...avevo capito di aver combinato un pasticcetto ma non sapevo come rimediare...scusa. Grazie.

    RispondiElimina
  14. Ciao Palmy, non sono potuta intervenire con un post tutto mio, ma sto poco per volta leggendo quelli degli altri. La tua iniziativa è molto bella, e, sono convinta anch'io che il fatto di viaggiare, in qualsiasi modo, anche con un libro, una gita appena fuori porta, sfogliando un atlante, o con un mappamondo tra le mani, quando un viaggio in piena regola non sia possibile, aiuti i nostri figli a fare esperienza del diverso da sè, (culture, tradizioni, cucine, lingue, religioni, usanze) e ad avvicinarsene con fiducia, onestà ed apertura intellettuale.
    Grazie, a presto,
    Michela

    RispondiElimina
  15. Ciao, Palmy! Condivido appieno il tuo punto di vista: viaggiare ed imparare sono un binomio davvero "vincente". Come ti dicevo, noi non siamo grandi viaggiatori, ma ci piace molto organizzare gite che prendano le mosse da argomenti trattati o che siano spunto per nuove tematiche.

    RispondiElimina
  16. @ Mamma Elly, Tiziana Bergantin, Michela: i vostri contributi e le vostre riflessioni sono comunque ben accetti, se doveste ispirarvi c'è sempre tempo... del resto qui non si parla per forza di grandi viaggi... ma anche di scoperta del proprio territorio...

    RispondiElimina
  17. Ok, messo ma mi pare di aver sbagliato e non ho messo il titolo ma solo il nome. Semmai aggiungilo tu. E' quello col nome Renata (che sono io). Il titolo potrebbe essere: le balene.

    RispondiElimina
  18. @ mom: ho messo "emozioni in viaggio", se non ti piace lo cambio...

    RispondiElimina
  19. Eccomi! Ho raccolto il tuo invito inserendo tre post esemplificativi di ciò che scrivevo sopra. Sono molto pragmatici e specifici, ma credo possano ben testimoniare il concetto di "imparare dall'esperienza" e di "love of learning".

    RispondiElimina
  20. Partecipo con un post vecchio. Se faccio in tempo (ma ultimamente...) ne scrivo uno nuovo.

    RispondiElimina
  21. eccomi qui presente al tuo invito.
    Mi trovi assolutamente d'accordo che un viaggio insegna molto, è scuola di vita. Io ti ho messo il link dell'unico viaggio che sono riuscita a condividere in realtà non è stato l'unico ad insegnarmi qualcosa, molti prima di "lui" mi hanno dato una parte di me. Lisbona mi ha insegnato quanto è bello viaggiare con le mie figlie

    RispondiElimina
  22. ti aspetto da me perchè ci tengo alla tua riflessione!

    RispondiElimina
  23. Ciao Palmy,
    ho linkato il post che riguarda la mia ultima gita scolastica: io, due colleghi meravigliosi e le nostre due classi terze. Gita a Trieste, Redipuglia, e Grotte di Postumia in Slovenia. Bello perchè c'erano mille agganci a quanto studiato a scuola: l'Impero asburgico, il carsismo, Prima e Seconda Guerra mondiale,la persecuzione degli ebrei, le foibe...
    e il mare, il mare di Trieste:-)
    Bella iniziativa, partecipo volentieri, a presto

    RispondiElimina
  24. http://bimamma.blogspot.it/2012/05/gita-gubbio-e-rocca-flea.html

    intanto partecipo con la gita di Gubbio ...adoro questi week-end immersi nella natura e nella storia delle città che si visitano...Gubbio è artisticamente interessante...qui c'è di mezzo anche la religione con San Francesco, forse un modo anche per avvicinare i bambini con la gentilezza e i modi alla grande figura del santo... poi appena scrivo della gita a Pisa linko anche quello...

    RispondiElimina
  25. non ho inserito...nel titolo: gita a Gubbio e Rocca Flea...non so se puoi inserirlo tu...grazie

    RispondiElimina
  26. noi due e i commenti suirispettivi blog non siamo molto fortunati. Il primo era all'home page, così l'ho ripostato giusto, ma non riesco a cancellare quello errato ... ops!
    Se puoi farlo tu, ti ringrazio ;D

    RispondiElimina
  27. sono riuscita a scrivere il post di Pisa...ecco pubblicato . ciao

    RispondiElimina
  28. Eccomi! Non potevo, mancare ed è stato difficile scegliere... Ti ho postato la nostra gita a Verucchio, dove abbiamo passeggiato "nientepocodimenoche" con... Paolo e Francesca...!
    Bellissima idea! Grazie!

    RispondiElimina

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...