mercoledì 11 luglio 2012

Parole in viaggio: intervista con Monica




Oggi il quinto incontro della rubrica Parole in viaggio: stiamo conoscendo meglio alcune amiche che condividono la passione per i viaggi e che ho conosciuto nel gruppo Facebook (Consigli di viaggio. La prima puntata, dedicata a Fabila, potete leggerla qui, la seconda  con Renata qui, la terza con Giorgia di Priorità e Passioni qui, in questa pagina infine la quarta intervista rivolta a Giorgia Lombardi.


L'ospite di oggi, Monica, non solo ha un blog ma è anche un'esperta di settore, infatti gestisce l'albergo Due Mori, a Marostica. È inoltre mamma di uno splendido piccolo viaggiatore di 6 anni. Prima di fare l'albergatrice ha fatto anche la guida turistica, animazione nei villaggi, formazione negli istituti turistici e alberghieri e ha lavorato nella redazione on-line di Week-end Viaggi. Friulana di origine, da 10 anni ha scelto di vivere a Marostica. Come mai? Si è innamorata di questa città visitandola in maniera del tutto fortuita! 
Ma ora ascoltiamola direttamente:


Che tipo di rapporto hai con il viaggio? Che spazio ha nella tua vita? Viaggi spesso con tuo figlio? 


Il viaggio per me è la vita. Forse perché da alcuni anni pratico Tai-Chi e ho iniziato a vivere la vita come un grande viaggio, un'occasione unica e irripetibile di sperimentare il cambiamento e la diversità. Di imparare ad accettarli e farli nostri. Viaggio ogni volta che se ne presenta l'occasione, anche semplicemente delle gite giornaliere nel week-end. 
Non importa la meta, ma la predisposizione mentale con cui ti avvicini ad essa e l'esperienza autentica che ne puoi trarre. 
Samir, mio figlio, è un ottimo compagno di viaggio dal momento in cui è nato. Ad un mese siamo andati in Friuli dai nonni, a due in Croazia in camper, a tre in Tunisia in aereo, a otto Amsterdam e Bruxelles in pieno inverno... Insomma, fino ad ora non l'ho mai lasciato a casa per andare a fare un viaggio da sola con il mio compagno. Un po' perché penso che i bambini molto piccoli stiano meglio vicino alla mamma, sempre, anche dall'altro lato del pianeta. Ma soprattutto perché grazie a lui ho riscoperto il piacere di un viaggiare slow, con tappe nei punti più strani e occhi sgranati davanti a particolarità che spesso sfuggono a noi adulti. E la possibilità di entrare più facilmente in contatto con le popolazioni locali: dall'Africa al Nord Europa non c'è nessuno che sappia resistere alla curiosità e al sorriso sincero di un bambino.   


Oltre che viaggiatrice, lavori nel settore: gestisci un albergo e fai anche la guida turistica. Ci racconti la tua esperienza? 


Esperta è una parolona! Diciamo che ho trasformato la mia passione, i viaggi, in una fonte di vita. Ho iniziato come animatrice turistica nei villaggi ai tempi dell'università, quasi per gioco. All'età di 20 anni sono salita su un treno diretto nella Locride: era l'anno del sequestro Casella e per alcune settimane nell'albergo c'erano più forze dell'ordine che turisti! L'esperienza è stata stupenda ed altamente formativa. L'ho portata avanti per un paio d'anni, finché le condizioni di salute mi hanno imposto ritmi più tranquilli. Poi, dopo la laurea in Conservazione dei Beni Culturali, mi sono ritrovata a gestire bar, ristoranti e residence tra Calabria e Sardegna. Non chiedetemi come e perché: non lo so nemmeno io! Sono semplicemente salita sul treno che la vita ha fatto passare per la mia stazione. Una borsa di studio poi mi ha portato a Milano per un Master in Comunicazione e New Media. Terminato lo stage in una casa editrice, ho iniziato a curare la web-zine di una delle prime riviste di viaggio italiane. Ma la vita di redazione, chiusa in ufficio tra comunicati stampa e guide cartacee, non fa per me. 
Così, alla fine, ho fatto il grande passo. Mi sono trasferita a Marostica per offrire agli altri un'esperienza di viaggio per come la intendo io: in una cittadina dall'animo autentico e lontana dai circuiti di massa, in un piccolo hotel gestito in modo informale, grande attenzione alle eccellenze del territorio, passione per le bellezze che mi circondano e il piacere di con-vivere con persone provenienti da ogni angolo del pianeta.


Da esperta, quale opinione ti sei fatta di siti come Tripadvisor?


Questa domanda e quella sui portali di prenotazione sono quelle che mi fanno più spesso anche amici e conoscenti. Per questo ne ho parlato anche in un post nel mio blog, che vi invito a leggere se volete approfondire l'argomento.


Com'è spiegare la tua città ai dei ragazzi? Con quale fascia d'età ti trovi più a tuo agio?


È davvero divertente, soprattutto se hanno dai 4 ai 10 anni. Perché sono attenti, pieni di curiosità e la loro fantasia galoppa a briglie sciolte davanti ai minimi particolari. Ma soprattutto perché Marostica, con i suoi due castelli, la gigantesca scacchiera in marmo in cui si gioca la partita a scacchi con pedine viventi e 600 personaggi in costumi medievali, la scuola di falconeria e i laboratori di ceramica è una fonte inesauribile di scoperte emozionanti per questa fascia d'età.   


Cosa aggiunge la gestione del tuo blog, Viaggi e bacialla tua esperienza di viaggiatrice e di esperta?


Diciamo che il blog è l'anello che mancava alla collana! Mi ha offerto la possibilità di entrare in contatto con un sacco di persone, molte delle quali sono dei viaggiatori con la V maiuscola da cui traggo un sacco di spunti e riflessioni. Altri invece vorrebbero osare un viaggio con bambini, ma sono sopraffatti da mille timori. A loro pensavo quando ho deciso di avventurarmi in Viaggi e Baci, con la speranza che la mia esperienza in giro per il mondo con un bimbo di pochi anni potesse servire da stimolo, fornire idee e sicurezze, coltivare la cultura del viaggio. 


Raccontaci della tua splendida iniziativa "Il senso dei miei viaggi"... 


È nata per caso, come tutte le cose belle. Nei commenti alla staffetta Di Blog in Blog, in cui ho interpretato il tema "i bambini e i colori" sotto la prospettiva del viaggiare con loro, molti hanno lasciato impressioni visive delle loro avventure in giro per il mondo. Così ho pensato di lanciare I colori dei miei viaggi, questo gioco di condivisione, per eliminare le linee di confine dal mappamondo e tingerlo dei colori più belli del pianeta. Il sucesso è stato enorme e man mano che leggevo i vari blog partecipanti mi sono resa conto che ognuno di noi coglie particolari aspetti di un viaggio, anche se quelli legati ai sensi sono i principali. 
Ma oltre ai classici cinque sensi, ce ne sono mille altri a dar Senso al nostro peregrinare ed è questi che voglio affrontare con scadenza mensile. Nel mio blog ci sono tutti i dettagli dell'iniziativa e colgo l'occasione per ringraziarti pubblicamente dell'entusiasmo con cui hai supportato l'idea e favorito il suo sviluppo.


Sono io che ti ringrazio cara Monica!

20 commenti:

  1. Ora so per certo che, appena torno in Italia, verrò sicuramente a Marostica (che non conosco...)!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me è venuta voglia di andarci!

      Elimina
    2. vi aspetto care! anche se spero di essere prima io a venire a trovarti negli States!

      Elimina
  2. Bellissima intervista! Grazie per tutti gli spunti che mi avete dato!

    RispondiElimina
  3. Grazie Tiziana, bella intervista!
    Anche a me è venuta voglia di andare a Marostica ...
    Giorgia dei Mostri

    RispondiElimina
  4. Non avevo dubbi sui sentimenti che ruotano intorno a questa ragazza. Il risultato di questa intervista è il quadro di una persona generosa, curiosa della vita, intelligente, aperta. "Sono semplicemente salita sul treno che la vita ha fatto passare per la mia stazione." Non è così semplice, bisogna anche riconoscere quale potenziale abbia il treno. Monica grazie anche per le tue interessanti iniziative che ci coinvolgono in modo piacevole. Grazie Tiziana la tua rubrica è un bel appuntamento.

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Non avevo dubbi sui sentimenti che ruotano attorno a questa ragazza. Il risultato di questa intervista mi conferma che Monica è una persona, generosa, aperta, positiva, una mamma attenta, una persona entusiasta della vita. "Sono semplicemente salita sul treno che la vita ha fatto passare per la mia stazione" cara Monica non è così semplice, ci vuole anche una dose di intuito per capire se il treno ha un buon potenziale. Ti ringrazio per le tue belle iniziative che ci coinvolgono con trasporto. Ringrazio anche la gentile padrona di casa, Tiziana la tua rubrica sta diventando un piacevole appuntamento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tiziana ... se volevi farmi arrossire, ci sei riuscita alla grande!!!
      Quando sali su un treno non sai mai se è quello giusto e se ti porterà a destinazione, ma l'importante è non farsi scappare nessuna delle occasioni che la vita ci offre. Anche quando il risultato è diverso da quello che ci aspettavamo, e credimi che spesso dolorosamente lo è, ogni tappa del viaggio insegna qualcosa e va affrontata con positività e ottimismo.
      Ora non vedo l'ora di leggere te ... anche se un0idea me la sono già fatta da circa un'annetto, cara Tizi!

      Elimina
  7. Mi piace questa donna e la seguo con gioia! Perchè non andiamo tutti insieme a trovarla voi che dite? Grazie Tiziana ancora una volta per queste interviste un abbraccio on line ad entranbe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai Giorgia che ci pensavo qualche settimana fa di organizzare qualcosina tutti insieme in un momento di bassa stagione per l'hotel così possiamo conoscerci tutte e divertirci un po' ...
      Anche su questo siamo allineate ... wow!!!

      Elimina
    2. il ponte del 1° novembre?

      Elimina
  8. io mi sono ripromessa già da un po' di fare un salto a Marostica, sia perché Monica ne parla sempre con entusiasmo, sia perché l'albergo mi attira da morire (e per me, come ho già detto in qualche conversazione nata su FB, è una parte integrante del viaggio!). Detto questo, l'intervista conferma quello che trapela in maniera evidente dagli interventi di Monica: è felice di aver trasformato una passione nel suo lavoro e questa gioia genuina riesce a coinvolgere i suoi lettori, i suoi ospiti e tutti quelli che le gravitano intorno (credo persino le pietre :D). Complimenti per l'intervista e la scelta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah, ah, ah ... quella delle pietre mi mancava!!! ;)
      Ti aspetto, magari insieme a tutte le altre ... ora vediamo che si fa!

      Elimina
  9. Si, si, si, è proprio LEI. Dall'intervista traspare la stessa gioia di vivere che Monica trasmette realmente (ho avuto la fortuna di conoscerla, proprio in quel di Marostica). Mi appassiono sempre più a queste tue interviste e ne faccio tesoro, imparo i trucchi del mestiere per quando anch'io avrò l'occasione di intervistare qualcuno!! Un abbraccio ad entrambe Simona

    RispondiElimina
  10. Bellissima intervista, traspare molta gioia di vivere e mi da speranza per cercare di trasformare le mie passioni in lavoro. Purtroppo il periodo è quello che è..quindi leggere parole cariche di vitalità come queste è davvero importante. Inoltre mi piace molto il percorso di Monica, ha saputo sfruttare al meglio i treni che le sono passati davanti e non si è mai lasciata abbattere :)bisognerebbe essere tutti come lei :)

    RispondiElimina
  11. nicola cappellari16 luglio 2012 09:19

    "usare" nel modo corretto gli occhi dei bambini è il modo migliore per non rischiare di perdersi il primo "cri cri" della primavera.
    io mi commuovo ancora di fronte alla neve che scende o al profumo della prima stufa della stagione; ma vivere, attraverso gli occhi delle mie bimbe, la loro prima venezia, il loro primo mare, la loro prima lucciola...

    RispondiElimina
  12. Finalmente riesco a leggere questa bella intervista! Monica, ti ritrovo e ritrovo tutte le sensazioni che ho sempre avuto su di te, in ogni parola che ho letto in questa intervista. Colgo al volo l'idea di vederci tutti a Marostica! Prima o poi lo faremo, vero??? E cmq noi abbiamo anche un altro appuntamento... non dimenticarlo!! Un abbraccio a te e a Tiziana, che ci coccola sempre con queste belle interviste!

    RispondiElimina

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...