venerdì 21 dicembre 2012

Elisabeth the 1st: Bess Tudor



Elisabetta I Tudor, figlia di Enrico VIII e di Anne Boleyn, seconda delle sei mogli, ha dato il nome all'epoca in cui visse, nota infatti come età elisabettiana. Un'epoca di sangue, di corsari, di avventurieri, di grandi intellettuali. L'epoca di Shakespeare e di Francis Drake, quella in cui l'Inghilterra conquista la supremazia sui mari.
Uno di quei personaggi che affascinano ancora oggi: in classe il successo è garantito. 
A cominciare dalle vicende del casato dei Tudor, con gli innumerevoli matrimoni di Enrico VIII e le lotte dinastiche senza quartiere. 

Ci abbiamo lavorato tanto e abbiamo scoperto:
-che era Bess era detta la regina vergine, in quanto mai si sposò, ma che le furono attribuite relazioni con chiunque le si avvicinasse
-che fu l'ultima regina a essere inglese di origine e l'ultima dei Tudor: dopo di lei infatti si affermarono la dinastia degli Stuart, scozzesi, quella degli Hannover, tedeschi e così via, fino a oggi (gli Windsor nel 1917 anglicizzarono il loro cognome che suonava troppo tedesco)
-che non andò mai al Globe a vedere un dramma di Shakespeare
-che odiava la madre Anne, ripudiata e giustiziata dal padre e onorava invece quest'ultimo
-che non aveva paura di invecchiare e desiderava essere ritratta per come era realmente, senza ritocchi sulle rughe e sui segni del tempo
-che amava cavalcare, danzare e assistere alle partite di tennis di corte



I romanzi  e le biografie su Elisabetta I e sulle vicende dei Tudor sono numerosi. Per questo venerdì del libro vorrei suggerirvene alcuni:

-le saghe di Philippa Gregory: quella dei cugini sullo scontro dinastico tra gli York e i Lancaster, noto come Guerra delle due Rose e quella dedicata ai Tudor




-la biografia scritta da Stefan Zweig sulla rivale di Elisabeth, Mary Stuart:



-La reliquia e la croce di Rory Clements:



Il mondo di Elisabeth si può rincorrere anche visitando i luoghi dei Tudor.  Oppure guardando questo video realizzato dai figli di Miriam di Arteascuola:

9 commenti:

  1. Ma la Gregory è mai stata tradotta in italiano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ci sono diversi titoli in italiano...

      Elimina
    2. Mi apppunto e cerco.
      Buon Natale ^__^

      Elimina
  2. una delle cose che più mi ha impressionato di Londra è stato il suo monumento funebre a Westminster

    RispondiElimina
  3. Adoro quel periodo storico e i Tudors mi sono sempre stati simpatici. Non sapevo che odiasse la madre. Ti segnalo anche Elisabetta I. La vergine regina di Carolly Erickson, ed ho anche in casa Maria Stuarda di Dumas che devo ancora leggere.

    RispondiElimina
  4. A me sono piaciuti molto anche i film con Cate Blanchett. Forse storicamente non del tutto aderenti ma io adoro quell'attrice!

    RispondiElimina
  5. Costretta a definirsi la regina vergine per autoaccreditarsi il suo diritto al regno, dunque una forma di mascolinità. Figura interessante. Bellissimo venerdì!

    RispondiElimina
  6. Mi piacciono le tue proposte sulle biografie e comunque sui libri a sfondo storico: è un genere che ho trascurato e che, anche grazie a te, sto riscoprendo con piacere.
    Ne approfitto per lasciarti gli auguri per questo periodo di feste: che siano serene e riposanti :)
    Un abbraccio
    Grazia

    RispondiElimina
  7. Credo di aver trasmesso a Elena la mia passione per il periodo Tudor :) Sono passata un attimo per farti tanti tantissimi auguri per un sereno e felice Natale. Auguri da Cristina e Elena ***

    RispondiElimina

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...