lunedì 17 marzo 2014

#PiDay2014 nella mia scuola



Una festa della matematica? Questa più o meno la domanda che esprime una sottile diffidenza quando si propone di festeggiare il Pi greco… Ma io non mi arrendo: ho imparato che la matematica è un linguaggio e come tale deve essere percepito. Non è una bestia nera, non è la materia più ostica… e se una festa del pi greco può essere l'occasione per percepirla come divertente, ben venga!
Dopo l'annuncio, vi dovevo un resoconto di una giornata che è stata interessante per i docenti, divertente per gli alunni e sicuramente da ripetere, visto che chi vi ha partecipato parlava già di "prima" edizione!
La giornata si è svolta con una gara a classi di logica e matematica rivolta alle terze medie, seguita da un merenda a base di… numeri, e foto ricordo con premiazione. Tutto con semplicità ma cura dei dettagli:


Io sono stata davvero commossa dalla dedizione dei docenti e dalla fantasia degli alunni, che hanno decorato le loro t-shirt con il pi greco: qualcuno ha anche aggiunto la scritta "Io sono irrazionale", una classe ha preparato la sequenza dei numeri decimali e una prof ha messo le candeline 3 e 14 su una torta!




4 commenti:

  1. Che bello! A mio figlio sarebbe piaciuta tantissimo!
    Pensa che per il suo prossimo compleanno mi ha chiesto una festa a tema matematica e tabelline (lui è in seconda primaria...)

    RispondiElimina
  2. ma brava! vedi... la scuola è fatta prima ancora che di strutture, materie, regole, di persone e quando queste sono valide... tutto funziona ma soprattutto APPASSIONA;) Ben fatto, tienici aggiornati

    RispondiElimina
  3. Che brava che sei! Mi piace molto seguire il lavoro che stai facendo ora come dirigente.
    Cristina (insegnante in pensione)

    RispondiElimina
  4. brava complimenti...la scuola deve appassionare...magari anche per merito tuo uscirà qualche super matematico :P

    RispondiElimina

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...