venerdì 10 giugno 2011

Travel journal ideas

Non so se capita anche a voi ma io quando torno da un viaggio ho le borse, la valigia e la guida trasbordanti di "pizzini", biglietti della metro, ingressi dei musei, cartoline, depliants, opuscoli turistici, menu di ristoranti, biglietti da visita...
Una volta a casa tutto questo papello di materiali finisce in un armadietto. In attesa.
Finalmente ho capito in attesa di cosa... di questo:


Trattasi di un collage tra foto, considerazioni, pizzini di cui sopra che formano un bell'album di ricordi. In questa pagina il tutorial.

Qui sotto un'altra realizzazione, ancora più semplice:


Se non si hanno ricordi di carta, ma veri e propri souvenirs, allora meglio un barattolone di vetro:



Questo sarà la nostra summer activity... ma va bene anche per la boredom jar!

6 commenti:

  1. Bellissimo il barattolone di vetro! E alla portata della mia disorganizzazione.

    RispondiElimina
  2. io da ragazza (quando avevo più tempo), usavo i biglietti dei viaggi in un modo ancora diverso: li incollavo su valige di legno leggero (quelle per le bottiglie di vino, per intenderci) insieme a monetine, depliants, foglie raccolte in loco eccetera, poi dipingevo tutto con la vernice trasparente e usavo la scatola per contenere le foto del viaggio o altro materiale-ricordo. Ne ho ancora qualcuna qui a casa, magari la metto sul blog così ti fai un'idea. Buona summer activity!

    RispondiElimina
  3. Nice way to keep organized.

    Happy blogoversary :)

    RispondiElimina
  4. sai che anch'io li conservo sempre...
    per ricordo!!!
    Mi hai dato un'ottima idea
    Buoni giorni

    RispondiElimina
  5. Mi hai fatto ricordare che mio padre aveva l'abitudine di conservare questi "pizzini" (che parola simpatica!) negli albumini delle foto, quelli con i fogli di plastica trasparente, insieme alle foto di quel determinato viaggio. Ora, però, con l'era della fotografia digitale...

    RispondiElimina
  6. Ciao Palmy,
    sono tornata a farmi un giro da te in attesa di poter parlare del libro sulla lentezza che stai leggendo e ho curiosato qui e là.
    Sono finita quindi su questo tuo articolo sui quaderni di viaggio, per conservare foto, ricordini e bigliettini di viaggi fatti. Ecco, proprio oggi pomeriggio ho pubblicato un post in cui parlo anche io di questi quaderni: a dire il vero fa parte doi un discorso più ampio che ho iniziato ieri partenda da Munari: volevo solo invitarti a leggere i due post, se avrai tempo e pazienza di farlo, per avere un tuo parere sul mio ragionamento. I post si intitolano Almost a Masterpiece :-)

    A presto,
    Grazia

    RispondiElimina

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...