mercoledì 31 luglio 2013

Il talento del cuoco


Una buona lettura estiva con qualche spunto e affondo di approfondimento. Mi è piaciuto il protagonista, Maravan, emigrato tamil che a Zurigo fa lo sguattero in un importante ristorante, nonostante sia un talentuoso della cucina. Egli è "affascinato dai procedimenti con cui semplici prodotti grezzi venivano trasformati in qualcosa di completamente diverso. Qualcosa che non solo si poteva mangiare, che saziava e nutriva, ma che addirittura... rendeva felici." Una cucina con inattesi effetti afrodisiaci e sensuali: "era come se riuscisse a distinguere ogni spezia, come se ognuna esplodesse singolarmente e l'insieme fosse un fuoco d'artificio in continua evoluzione". Questo talento viene scoperto dalla cameriera Andrea e i due insieme mettono su un catering propiziatorio per i rapporti di coppia. La clientela è composta di uomini di affari senza scrupoli e di facoltosi intermediari: il catering si intreccia inaspettatamente con i loschi  scambi dei rivenditori di armi delle guerre del Terzo Mondo.

Un libro, un menu: quello tamil dell'amore, ricco di spezie e di profumi.

Un libro, un paese: la Svizzera, centro di affari di decisioni che si ripercuoteranno sulla vita di centinaia di migliaia di persone all'altro capo del mondo.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...