mercoledì 22 gennaio 2014

Calcolo e diffidenza

"Trattenersi distorce la realtà. rende le persone che si trattengono brutte e grette. Rende le persone rispetto a cui ci si trattiene folli e disperate. 
Perciò liberatene. Non essere calcolatore o diffidente. Il calcolo e la diffidenza sono per gli stronzi. Sii coraggioso. Sii sincero".
E poi, trattenersi per cosa? Per quando? Questa vita ci è data, ne abbiamo solo una. Certe volte quando sorge in me la lamentela, penso a cosa in quello stesso momento sta succedendo nelle parti più remote del mondo, sui passi di chi fugge dall'orrore, di chi cammina nel deserto per raggiungere un'oasi sperata di pace, di chi ha provato la fame e non sa dove dormire, di chi ha perso il lavoro, di chi è solo. E mi ricordo che i miei passi sono semplici in fondo. 
Anche io ho avuto la mia parte di imprevisti, di sofferenza, di perdita. Ma ho perso qualcosa che mi apparteneva veramente? O non era mia fin dall'inizio?
Si trattiene qualcosa che possediamo. Tutto il resto ci scivola come sabbia tra le dita. E a ben guardare ci scivola come sabbia tra le dita anche quello che credevamo di possedere.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...