venerdì 11 luglio 2014

Cronache del mondo emerso

Giorni di respiro. Finalmente di relax, dopo un anno intenso e sempre indaffarato. Mi sveglio e vado a guardare il mare dal terrazzino: sempre diverso, di ora in ora a volte di minuti in minuto. Le correnti, la posizione del sole, le nuvole passeggere creano effetti cangianti di luce.


Un senso di pace e una scintilla di felicità mi invadono. La breve pausa dal lavoro, un week-end lungo strappato agli impegni mi bastano per ripartire.

Notti di luna quasi piena. Il riflesso crea un ponte di luce sul mare e sembra portarti alla fine del mondo, lungo la linea dell'orizzonte dove i confini si perdono nella materia oscura dello spazio infinito.


Con mio marito attraversiamo la strada e stiamo a guardare lo spettacolo per dei minuti come in sospensione, ognuno piccolo di fronte alla grandezza della natura.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...