giovedì 8 maggio 2014

#viaggionellarte: National Gallery, La battaglia di San Romano di Paolo Uccello

Alla National Gallery non posso assolutamente perdere questo, 


Paolo Uccello, La battaglia di San Romano



Il dipinto narra un evento storico in tre episodi, oggi divisi in diverse allocazioni: la battaglia del 1432 tra Fiorentini e Senesi. In particolare l'episodio presente alla National Gallery  rappresenta Nicolò di Tolentino alla testa dei Fiorentini. Questo quadro all'apparenza realistico nei suoi dettagli, è invece fiabesco: il pittore rappresenta più di quello che l'occhio riuscirebbe a distinguere, evoca una scena di battaglia senza nulla di violento, la maggior parte dei volti è coperta dall'armatura e dunque manca di drammaticità, i pochi volti scoperti sono inespressivi. Come Paolo Uccello ha ottenuto questo effetto? Inquadrando la scena in un rigido schema geometrico e utilizzando la prospettiva naturale con più punti di fuga, che separano il primo piano con figure dalle proporzioni irreali e il piano sullo sfondo.
L'intelaiatura geometrica è resa dalla lance cadute e intrecciate a terra a formare una griglia nella quale è inserito in scorcio un cavaliere riverso. A rimarcare l'elemento fiabesco figure di giovani sul campo nello sfondo, protetti dalle siepi fruttifere, che si esercitano alla balestra ignari dell'evento che si sta consumando. L'effetto finale è quello di un arazzo.
Il pittore utilizza diverse tecniche per questo quadro su legno: colore mescolato con tuorlo d'uovo e in alcune parti con olio di noce e di lino, l'oro e l'argento dei finimenti è vero ma opacizzato con il tempo.

1 commento:

  1. Ma neppure il San Sebastiano di Piero della Francesca!

    RispondiElimina

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...