venerdì 26 settembre 2014

#10libri per i venerdì del libro (2)

Continuo la lista delle decadi della mia vita attraverso i libri che l'hanno segnata, dopo i  primi dieci pubblicati venerdì scorso: vi avevo lasciati alle soglie dell'adolescenza con Siddharta. Riprendo da là:

1) Barabba di Pär Lagerkvist.


Un libro duro e al contempo commovente. Il primo uomo salvato da Gesù.

2) Un uomo di Oriana Fallaci. Non un capolavoro, vero. Ma me lo diede da leggere una persona che mi ha accompagnata per molti anni prima come amico trasformatosi poi in fidanzato, poi di nuovo in amico (anche perché attualmente è prete dall'altra parte del mondo)

3) Lettera a Diogneto, come vivevano i primi cristiani. Stupefacente.

4) Canti di Leopardi.

Dai vent'anni ai venticinque ho cominciato ad apprezzare i classici della letteratura italiana, dai quali voglio estrapolare quelli che hanno determinato i miei studi e quindi la mia formazione:

5) La Divina Commedia: IL libro, il Medioevo, il cristianesimo, la lingua italiana...

6) Orlando Furioso: il Rinascimento, l'uomo, l'avventura

7) I Promessi Sposi, che in verità non avevo amato molto quando, ginnasiale, mi era stato presentato com il riscatto di un contadino squattrinato che passa alla classe sociale di piccolo imprenditore tessile. Per carità sarà anche questo, ma non solo!

8) Montale, Ossi di seppia

9) I Malavoglia (triste, tristissimo, siciliano)

10) Tomasi di Lampedusa, Il Gattopardo (per niente triste, ma ancora più siciliano)

8 commenti:

  1. Cara Tiziana: "un uomo" fu il primo vero libro che lessi da ragazzo e ricordo che, dopo l'inizio un po' ostico, mi prese talmente che quando finì restai per alcuni giorni completamente disorientato.
    Poi non mi è mai più successo che un libro mi coinvolgesse in questo modo.
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È anche vero che l'adolescenza amplifica molto emozioni e sentimenti, chissà se rileggerlo ora mi darebbe la stessa impressione di allora...

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Questa decade mi ricorda moltissimo la scuola...

    RispondiElimina
  4. I Malavoglia un libro che voglio rileggere. Quando andavo a scuola non ho apprezzato molto questo libro.

    RispondiElimina
  5. Libri che ci hanno formato lasciando un forte segno. Anche a me hanno colpito più di tutti i Malavoglia, ma anche le poesie di Leopardi e Montale. Bellissima l' idea di ripercorrere la vita a suon di letture!

    RispondiElimina
  6. Lista molto interessante, della Fallaci ho letto solo un libro, è tempo di rimediare!

    RispondiElimina

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...