venerdì 6 maggio 2011

Il Novecento nel cinema

Come vi dicevo, la storia si impara anche attraverso il cinema. Continuo il mio excursus con il Novecento:
-Orizzonti di gloria di S. Kubrick (Usa 1957)
-La grande guerra di M.Monicelli, con A. Sordi (Italia 1959)
-Niente di nuovo sul fronte occidentale di D. Mann (Usa 1979)
-Lawrence d'Arabia di D. Lean, con P. O' Toole (Gran Bretagna 1962)
-Joyeux Noel - Una verità dimenticata dalla storia di C. Carion (Francia 2005)
-Momenti di gloria di H. Hudson (Usa 1981)
-La marcia su Roma di D. Risi, con U. Tognazzi e V. Gassman (Italia- Francia 1962)
-Il Giardino dei Finzi Contini di V. De Sica (Italia 1970)
-L'amico ritrovato di J. Schatzberg (Germania 1989)
-Tutti insieme appassionatamente di R. Wise, con J. Andrews (Usa 1965)
-La notte di san Lorenzo dei fratelli Taviani (Italia 1962)
-Il diario di Anna Frank di G. Stevens (Usa 1959)
-Schindler's List di S. Spielberg (Usa 1993)
-Train de vie di R. Mihaileanu (Francia 1998)
-La vita è bella di R. benigni (Italia 1997)
-Jona che visse nella balena di R. Faenza (Italia 1993)
-Don Camillo di J. Duvivier con G. cervi (Italia-Francia 1952)
-Indovina chi viene a cena di S. Kramer con S. Tracy e K. Hepburn (Usa 1967)
-The Truman Show di P. Weir (Usa 1998)
-Apollo 13 di R. Howard con T. Hanks (Usa 1995)
-La scorta di R. Tognazzi (Italia 1993)
-I cento passi di M. T. Giordana (Italia 2000)
-Il giudice ragazzino di A. Di Robilant (Italia 1993)
-Buongiorno, notte di M. Bellocchio (Italia 2003)
-Il muro di gomma di M. risi (Italia 1991)
-Good Bye Lenin di W. Becker (Germania 2002)
-Il bambino col pigiama a righe di M. Herman (Usa 2008)
-Le vite degli altri di F. Henckel von Donnersmark (Germania 2006)
-Il concerto di R. Mihaileanu (Francia 2009)

Ce n'è per tutti i gusti, eh? Avete suggerimenti o riflessioni? Sono ben accette!

BannerFans.com

4 commenti:

  1. WOW!
    Quanti bei titoli... alcuni sono fra i miei preferiti, altri mi mancano! Rimedierò con sommo piacere.
    Suggerimenti? La tua lista mi sembra più che esaustiva! Comunque, mi vengono in mente questi, in ordine sparso: "Tutti a casa" di Comencini; "Il Generale Della Rovere" di Rossellini; "La pelle" di Liliana Cavani; "La Rosa Bianca" di Marc Rothemund; "Sostiene Pereira" di Roberto Faenza; "Mediterraneo" di Salvatores; "Black Book" di Paul Verhoeven; "Missing" di Costa Gravas; "Amen" sempre di Costa Gravas; "Il boom" di Vittorio De Sica; "Piazza delle Cinque Lune" di Renzo Martinelli. Altri me ne verranno in mente :-)

    Grazie per questo bellissimo excursus!

    RispondiElimina
  2. I miei preferiti sono tutti tra questi poi...da figlia di genitori divorziati aggiungerei anche Kramer contro Kramer..con Meryl Streep, giovanissima e Dustin Hoffman...secondo me un film che fa riflettere...o per lo meno io, avendo vissuto in prima persona il divorzio dei miei, così l'ho vissuto e te lo aggiungo alla lista!
    Un bacio Palmy e buon week end

    RispondiElimina
  3. Ciao Palmy! "Roma città aperta" di Rosellini (la scena della madre che cade sotto i colpi nazisti mi fa venire un groppo alla gola ogni volta) e "La ciociara" di De Sica (stesso groppo nella scena della Loren che impreca davanti alla camionetta americana).
    Qualcosa di meno noto? Al liceo ci portarono al cinema a veder "Danton", un bel film sulla Rivoluzione francese.

    RispondiElimina
  4. Sul '900 d'oltre Oceano c'è anche "La casa degli spiriti", tratto da un omonimo romanzo di Isabel Allende e "I diari della motocicletta" che racconta le avventure di un giocane Ernesto "Che" Guevara.

    RispondiElimina

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...