martedì 4 gennaio 2011

Sette: diritto alla strada

Questa è la settima puntata dell'iniziativa di Giorno per Giorno, che propone di riflettere insieme settimanalmente sul Manifesto dei diritti naturali dei bambini, siamo arrivati al diritto numero sette:

Diritto alla strada
a giocare in piazza liberamente, a camminare per le strade

Istintivamente mi verrebbe da esclamare che non è possibile oggi lasciare questo diritto ai nostri figli, con tutto quello che si sente in televisione, penso alle terribili vicende della cronaca e alle continue notizie di incidenti stradali... ma poi ripensandoci rifletto sul fatto che ho sempre cercato di passeggiare in compagnia di mia figlia, fin dai tempi della carrozzina, del passeggino e poi a piedi... approfittiamo sempre quando possiamo per andare a piedi agli appuntamenti vicini, abitiamo in centro e questo facilita le cose.



Ma poi vorrei come sempre dare un mio punto di vista: questo diritto alla strada lo vorrei estendere alle strade del mondo, lo vorrei interpretare come diritto alla conoscenza del mondo attraverso il viaggio. Il primo viaggetto con Laura di un mese e mezzo lo abbiamo fatto nella vicina Taormina, e poi ai tre mesi nella splendida Umbria. Ogni anno abbiamo visitato un paese e dei luoghi indimenticabili, facendo sempre attenzione alle esigenze via via crescenti della bambina, cercando di coniugare il nostro desiderio di vedere musei e monumenti storici con la sua naturale curiosità.


Queste foto in particolare sono state scattate nell'ultimo viaggio in Irlanda. Si tratta di un tratto di spiaggia sull'Oceano Atlantico, il Derrynane National Park che comprende 1,5 km di litorale con dune di sabbia perfettamente conservate, piante tropicali che testimoniano l'influenza della corrente del Golfo e un'abbazia sulla spiaggia, Ahamore, rifugio dei monaci su un isolotto collegato alla terraferma.
E voi viaggiate con i vostri figli?

15 commenti:

  1. anche noi vorremmo viaggiare di più ma da un anno a questa parte g. è stata soprannominata "la vomitona" e questo ci fa ben valutare le mete e le modalià del trasporto! è bello però vedere che si ricorda dove è stata, l'altro giorno giocava con i suoi pupazzi: "adesso andiamo tutti in autobus in Tunisia!" ;D

    RispondiElimina
  2. Anche noi, non quanto vorremmo, ma adesso che la Piccola sta finalmente crescendo e abbiamo adottato i braccialetti antinausea (che funzionano!) ci stiamo sbilanciando un po' di piu'. i tuoi post sono sempre interessanti, grazie!

    RispondiElimina
  3. torniamospessoa licata, ma menodi prima, per ilrestoci siamolimitati a gitefuori porta..castellammare del golfo,san vito lo capo,terrasini,cefalù dove sarah è nata...e dove mipiace portarlaa cercarel e sue radici..ma noi piùche altrosiamolimitatidalMONOREDDITO::un bacio

    RispondiElimina
  4. Ciao Palmy, leggendo pensavo che hai ragione sul viaggiare coi bambini il più possibile, però pensando alla mia infanzia so anche che non è paragonabile a quello che si può chiamare "aggregazione spontanea di bambini",in un luogo neutro (nè casa mia nè casa tua), che è stata condizione normale per me, e non lo è per le mie figlie... Forse, tornando al viaggiare, è successo in campeggio :-)

    RispondiElimina
  5. Carissima, mi piace pensarla come te riguardo il Diritto alla Strada.
    Viaggiare ci apre la mente e il cuore e lo stesso accade ai bambini....
    Noi, da sempre, viaggiamo con le nostre bambine cercando di proporre loro attività interessanti, stimolanti.
    Il viaggio più lontano che abbiamo fatto con le piccole è stato quello a Bruxelles. Per il resto Italia, da nord a sud ;)
    Saluti e Buon Anno!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao, tantissimi auguri di Buon Anno.
    Noi viaggiamo per quanto possibile ma principalmente in Italia.
    Non mancano mai tappe in città storiche ma soprattutto in luoghi sconosciuti al turismo di massa.
    Le mie figlie forse preferirebbero fare meno km e vedere meno musei ma alla fine sono sempre contente!
    A presto!

    RispondiElimina
  7. Purtroppo o per fortuna in questi giorni non ho seguito molto i blog in generale ma ho recuperato e ho letto anche le puntate precedenti. Bella l'iniziativa dei diritti dei bambini. Buon anno!

    RispondiElimina
  8. Ho perso le altre puntate ma mi sono data da fare per recuperare. Bella l'iniziativa sui diritti per i bambini: mai dare nulla per scontato. Buon anno!!!

    RispondiElimina
  9. condivido due volte, per il diritto al gioco in strada, e per il diritto al viaggio. queste vacanze sono stata a Parigi con gli amici del nord. c'erano un mucchio di Oompa Loompa, di varie età. ed è stato bellissimo vederli scorrazzare, insieme a noi, liberi e curiosi!

    ps. (OT: Slumberland è tornato online!)

    RispondiElimina
  10. @ stima di danno: certo, se i bimbi soffrono nel viaggio, è un bel problema! Provato con l'omeopatia?

    @ catia: allora lanciati, il mondo vi sta aspettando...

    @ anna: grazie anche a te buon anno!

    @ le finanze in questo caso contano, ma penso che si possa fare qualche viaggetto senza spendere troppo...

    RispondiElimina
  11. @ melassa: l'aggregazione spontanea tra bambini, mi sembra davvero una cosa d'altri tempi, forse oggi attuabile in campagna...

    @ luly e alchemilla: l'Italia riserva sempre bellissime sorprese, noi pensiamo di andare a venezia per un week end lungo, ma abbiamo visitato diverse città tutte bellissime...

    @ maria stella: sì, è una bella iniziativa

    @ povna: auguri, sono contenta che tu sia tornata, non capivo perché non ti trovavo più....

    RispondiElimina
  12. Beautiful beach!
    Thanks for linking with Nature Connections. :)

    RispondiElimina
  13. Beautiful beach! What a blue sky!

    RispondiElimina

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...