venerdì 1 gennaio 2010

Il 2009 in una bisaccia

Ecco a voi, non una proposta di bilanci e buoni propositi, soppesamenti che in genere lasciano il tempo che trovano, ma una bisaccia piena di quello che ci ha portato e lasciato il 2009, ormai archiviato (il passato non lo può cambiare neanche l'Onnipotente, recita una regola d'oro della teologia):
1) il libro che ha lasciato il segno
2) il luogo che non dimenticheremo
3) la nuova ricetta che è diventata nostra
4) un nuovo interesse che abbiamo coltivato
5) la frase che abbiamo aggiunto al repertorio delle citazioni preferite
6) i blog che abbiamo trovato

Comincio io:
1) il libro è sicuramente Strane creature di Tracy Chevalier. Non mi dilungo perché ne ho parlato ampiamente qui.
2) il luogo è il monastero di St. Bartholoma am Konigsee. Peccato per le impalcature...

3) la nuova ricetta sono le cotolette di melanzane, che si fanno così: prendete una melanzana a siluro, di quelle scure, tagliatela a fette tonde di 1 cm circa, immergete le fette in acqua e sale e sciacquate via l'acqua acidula, asciugate con lo scottex o un panno pulito, passate nell'olio, scolate, passate nel pangrattato (con poco sale ed eventualmente parmigiano grattuggiato e aromi), poi in forno a 180° per 12 minuti (ma controllate anche prima). Vanno a ruba!

4) il nuovo interesse? le coltivazioni in vaso: nel mio balcone dal 2009 ci sono basilico, prezzemolo, peperoncino, menta... penso che prima o poi mi avventurerò con i pomodorini! Da poco, grazie ad un amico ritrovato, mi sto avventurando nel mondo del vino.

5) Non una frase qualsiasi ma quella che è diventata il messaggio di apertura del mio cellulare: "Nenhuma lagrima se perderà diante de Deus", vecchio adagio brasiliano. Nessuna lacrima si perderà dinanzi a Dio.

6) Per i blog non vorrei scontentare nessuno: prima voglio menzionarne uno che ho ritrovato (A tempo e luogo) di una cara amica che ci aveva dapprima lasciati "orfani" e che poi ha ripreso a scrivere più consapevole e forte di prima; poi voglio ricordare tre delle ultime scoperte, vere e proprie pietre preziose incastonate nel web:

Lo specchio di Barbara

Sospesa nel tempo

Maga di Endor

Per il resto basterà guardare i blog-roll a sinistra...

Ora tocca a voi: lasciate un commento per avvertirmi e rispondete tranquillamente sul vostro blog ;-)...

27 commenti:

  1. Ciao palmy, conosco da tempo il blog di Miriam e confermo: è un vero gioiello. Non conosco gli altri due che menzioni, ma li andrò a visitare dopo la tua segnalazione. Grazie.

    Ri-auguri di felice 2010.
    annarita

    RispondiElimina
  2. @ annarita: cara, vorrei a questo punto la tua bisaccia ;-)

    RispondiElimina
  3. che dire...sono lieta del fatto che mi avverti più consapevole e forte...grazie del dono, mi prendo un po' di tempo per riempire la bisaccia ma ti farò sapere
    :)

    RispondiElimina
  4. Ciao Palmy (per la prima volta ti chiamo così).
    sospesa nel tempo, mi aveva rapita. Ma poi ho conosciuto te, e qualcosa è scattato. forse gli interessi in comune, la semplicità dei tuoi post, le immagini che avrei voluto vedere...Ora andrò a sbirciare anche gli altri.
    Bé...
    GRAZIE per aver menzionato anche il mio che devo dirti é nato dopo aver conosciuto Miriam nel Blog.
    by Lilly

    RispondiElimina
  5. 1) il libro che ha lasciato il segno: L'educazione siberiana - Lilin Nicolai - Einaudi

    2) il luogo che non dimenticheremo: Il duomo di MOnreale visto quest'estate

    3) la nuova ricetta che è diventata nostra
    la mousse di roctta e salmone (fatta per capodanno)

    4) un nuovo interesse che abbiamo coltivato

    nuovo nuovo nulla, ma mantengo alto l'entusiasmo per i vecchi: il mio coro gospel, la didattica e la tenologia, il nuoto e la bicicletta...

    5) la frase che abbiamo aggiunto al repertorio delle citazioni preferite

    Consider your self as a guest
    (considerati un ospite di questa Terra...)

    6) i blog che abbiamo trovato

    http://casascuola.wordpress.com/
    http://stampanonrassegnata.blogspot.com/
    (scoperti ieri)

    Buon anno!

    RispondiElimina
  6. @ merins: aspetto con ansia la bisaccia... poi penso che a volte gli altri vedono in noi quello che noi non riusciamo ancora a vedere ;-)
    @ maga di endor: grazie delle tue parole, aspetto la tua bisaccia allora?

    RispondiElimina
  7. Ciao Palmy, arrivo con la mia bisaccia...anche se trovo sempre difficile fare bilanci...preferisco i progetti..
    1) libro: tesi sull'esistenza dell'amore di Torben Guldberg
    2)luogo da non dimenticare: malga Pfroder sull'Alpe di villandro con il suo omino segnavento:
    http://francescaframes.blogspot.com/2009/08/lomino-segnavento.html
    3) ricetta rubata alla suocera: flan di pane ovvero sformato di pane...appena possibile inserirò la foto e la ricetta nel blog
    4)nuovo interesse...anch'io come paola non ho niente di inedito ma molto tempo ed energie dedicate alle tecnologie nella didattica...(mi sono laureata con una tesi in materia!!!!)
    5)frase:
    "Nessuno educa nessuno come nessuno si educa da solo. L'umanità si educa in comunità,insieme nel mondo. Paulo Freire
    6) blog...
    http://paroleingioco.wordpress.com/
    e tantiiiiisssimi altri...

    Un abbraccio pieno di auguri
    france

    RispondiElimina
  8. @Paola: non conosco il libro, vorrei saperne di più: è sui gulag? Casascuola è già nella mia Sala docenti, l'altro blog lo guarderò, grazie del tuo contributo!

    @France: ti ringrazio in particolare per la segnalazione di Parole in gioco che ho prontamente inserito nella mia Sala docenti...

    RispondiElimina
  9. Il libro che ha lasciato il segno nel 2oo9? Tutti quelli che ho letto. Una interminabile valanga. Sono quella che si suol dire un ‘topo da biblioteca. Divoro i libri uno al giorno, annoto, sottolineo, memorizzo, e interiorizzo. Forse tra tutti, quello che mi è piaciuto di più, e mi ha dato modo di riflettere è stato ‘Le lacrime della rosa mistica’ di Osho. La vita di un grande Uomo che mi ha aperto gli occhi ad un modo di vedere la vita tutto NUOVO.
    Il luogo che non dimenticheremo? Io porto con me tutti i luoghi che ho conosciuto e visitato, perché con loro trascino ricordi e momenti particolari del mio esistere. Ma forse Siena e Santa Maria degli Angeli, sono quelli che hanno un valore inestimabile di profonda spiritualità.
    La nuova ricetta? Mi dispiace, ma non ne ho avuto il tempo di provarne di nuove…Ma da oggi, senz’altro, ‘Pasta con sugo alla Filippina’. Assaggiato proprio ieri dalla mia bravissima comare, che in fatto di culinaria è straordinaria. Poi ci sono gli amici Cinesi che ci hanno fatto assaggiare i ‘Ravioli cinesi’,e mi sono ripromessa di mettermi all’opera per sapere come si preparano. Poi ti dirò. Ma sono OTTIMI.
    Il nuovo interesse che abbiamo coltivato con le mie amiche è il decoupage, il nuovo modo di esprimere la mia creatività assopita dagli albori. E’ stata una rivelazione!
    La frase che ho da molti anni aggiunto al repertorio delle citazioni preferite:”Dovunque tu vada, vacci con il cuore”. E’ una massima di Confucio che ho fatta mia
    I blog che ho trovato:
    Rete Radié Resch-Cagliari: (associazione Internazionale)
    Mens Sana
    Utilize rap! Again
    In ultimo uno inglese:Adventure with Colours ( di un pittore )
    E altri….

    By
    Lilly
    PS Non son quel che si dice di poche parole....ah ah

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. http://www.ibs.it/code/9788806195526/lilin-nicolai/educazione-siberiana.html

    qui trovi la recensione

    RispondiElimina
  12. @ maga di endor: è incredibile, ma ogni tassello che, con i tuoi commenti e con i post sul tuo blog, aggiungi su di te, è un'altra somiglianza. Il tuo modo di leggere è uguale al mio...

    RispondiElimina
  13. Eh già...che abbia trovato un'altra sorella karmica?
    Wow!
    Più si é E emglio é!
    Radiosa giornata.
    by Lilly

    RispondiElimina
  14. Eccomi...e grazie per l'invito Palmy!!!
    1) il libro che ha lasciato il segno: Tutti quelli che ho letto!!!Se devo ricordarne uno però scelgo La Polvere dei sogni di Andrè Brink (si ricollega al punto 2)
    2) il luogo che non dimenticheremo: Soweto a Johannesburg in SouthAfrica, durante un viaggio ricco di significato.
    3) la nuova ricetta che è diventata nostra: La crostata di cachi...una vera scoperta!!!Per la ricetta andare sul mio blog...;-)
    4) un nuovo interesse che abbiamo coltivato: la Calligrafia...un mondo fatto di pazienza ed esercizio!
    5) la frase che abbiamo aggiunto al repertorio delle citazioni preferite: ''In ogni cosa ho voglia di arrivare sino alla sostanza.
    Nel lavoro, cercando la mia strada,
    nel tumulto del cuore.
    Sino all'essenza dei giorni passati,
    sino alla loro ragione,
    sino ai motivi, sino alle radici,
    sino al midollo.
    Eternamente aggrappandomi al filo
    dei destini, degli avvenimenti,
    sentire, amare, vivere, pensare
    effettuare scoperte''.
    Boris Pasternak
    6) i blog che abbiamo trovato: tanti, tanti, tanti!...e tramite essi ho conosciute persone fantastiche...sono sempre stata diffidente...mi sono dovuta volentieri ricredere!!!

    RispondiElimina
  15. @ guja: prendo nota del libro, trovo estremamente interessante l'hobby della Calligrafia. La frase è... vera. Grazie...

    RispondiElimina
  16. Buon anno, Palmy.
    La mia personale bisaccia è sul mio blog, ben sorvegliata da un bel drago azzurro.
    Tanti auguri e grazie dell'idea ^__^

    RispondiElimina
  17. @ murasaki: corro a leggere!

    RispondiElimina
  18. Ci provo.
    1. Il libro: la cattedrale del mare, di Falcones che però non ho ancora finito di leggere.
    2. Il luogo di quest'anno è la Sagrada Familia a Barcellona, che ho visto per la prima volta
    3. Il tiramisu fatto direttamente in porzioni singole (in bicchieri di vetro) e ricoperto di frutta secca tritata
    4. i giochi su Facebook (più che un interesse è un vizio)
    5. La circostanza non è la morte del desiderio
    6. le foto di mio cognato (non è proprio un blog ma mi piacciono) Flickr: ClaudioBreizh's Photostream
    BUON ANNO

    RispondiElimina
  19. Cara Palmy,
    come promesso ecco la ricetta
    http://francescaframes.blogspot.com/2010/01/per-una-alimentazione-ecosostenibile.html
    a presto

    RispondiElimina
  20. @ maria stella: il libro lo conosco ed è di quelli che lasciano il segno, effettivamente, ho già a casa il secondo, La mano di Fatima, ma non l'ho ancora iniziato. Ho letto Venuto al mondo di Margaret Mazzantini e poi mi sono impelagata ne L'orda del vento, uno di quei libri che alle prime 100 pagine ancora non hai capito dove vuole andare a parare...La foto le andrò a vedere... grazie della tua bisaccia, sintetica ma ricca!
    Barcellona non la conosco, ma ci andrò

    RispondiElimina
  21. Ti ringrazio per aver citato il mio blog, penserò con calma "a raccontarti" la mia bisaccia.
    Un caro abbraccio, a presto!

    RispondiElimina
  22. ...sono rientrata....ma che splendida sorpresa....grazie grazie di cuore...al posto di pensarci accetto subito il tuo "spunto" di gioco e rispondo cosi' ad istinto:

    1.libro: Marc Levy "toutes ces choses qu'on ne sait pas dites"...dovrebbe essere uscito anche in Italia ormai...

    2. Luogo: la vallate delle "ocre" a Roussillon - Francia

    3. ricetta: ehm ehm...tasto dolente...tutte le ricette le passo allo chef di casa (mio marito)... ;-)

    4.nuovo interesse: lavoro corporeo con gli adulti...lo so lo so e' un lavoro ma che colpa ne ho se i miei interessi coincidono quasi sempre con i miei lavori? ;-)

    5.frase: "ieri e' passato, domani e' mistero ma oggi e' un dono, per questo si chiama presente"

    6.blog: tanti ...anche perche' e' da poco che ho incominciato a curiosare nei blog degli altri e se questo e' il benvenuto...beh...non c'e' che da perdersi tra queste splendide anime che si nascondono dietro un monitor e tastiera.

    e con questo buon anno a tutti e grazie ancora...spero di continuare ad essere degna delle tue citazioni.

    un abbraccio
    al prossimo commento,
    bb

    RispondiElimina
  23. @ barbara: la vallata delle ocre la conosco, sono stata in provenza due estati orsono... ricordo con piacere Le Baux con la Cathedrale d'Images su Van Gogh e Fontaine de Vaucluse... mi sembra una cosa bellissima approfondire il prorpio lavoro con l'interesse e la curiosità continue, altrimenti questo blog non sarebbe mai nato ;-)

    RispondiElimina
  24. @ miriam: attendo la tua bisaccia, che sarà ricchissima... lo so.

    RispondiElimina
  25. bisaccia fatta...con fatica ma fatta
    :)

    RispondiElimina
  26. Ciao Palmy, sono capitata sul tuo blog casualmente..sono rientrata a casa dopo aver visto al cinema "il riccio" e facendo su google delle ricerche sul libro da cui è tratto il film sn finita in uno dei tuoi Suggerimenti didattici..sto girovagando nel tuo blog..e lo trovo molto interessante..complimenti!!
    Colgo così l'occasione per condividere la mia bisaccia, e presentarmi a tutte voi ;-)

    1) Grammatica della Fantasia di Rodari è il libro che mi ha avviato ad un cambiamento.

    2) Il Salento e Londra, visitate con un nuovo amore..sono i luoghi che non posso dimenticare.

    3) Risotto alla zucca, con salvia.
    Un primo piatto nuovo (per me) e buono (per me) che mi sn cucinata nel mio primo monolocale.

    4) Nuovo interesse: la fotografia. Finalmente ho acquistato la mia prima reflex :-)

    5) ....and i think to my self,what a wonderful world... (F. Sinatra)

    6) i blog che abbiamo trovato? il tuo!!!

    ciao!!anzi buonanotte..
    lu

    RispondiElimina
  27. @ luped81: grazie e benvenuta! Riguardo alla fotografia anche io vorrei dilettarmi di quest'arte... e spero di comprare al più presto ua reflex...

    RispondiElimina

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...