giovedì 20 ottobre 2011

Potere della LIM!



Da una settimana circa in classe ho messo in funzione la LIM (Lavagna Interattiva Multimediale), che - per chi non lo sapesse - è come uno schermo enorme che si comporta come uno schermo di PC e in più è interattivo, ossia si può agire direttamente sulla sua superficie, scrivendo, segnando, sottolineando... non solo sulla superficie bianca, ma anche sui documenti che via via si presentano (pdf, ppt, excel...)

Per la geografia dispongo della versione digitale del testo in cui possiamo ingrandire le immagini ele carte geografiche e segnarci sopra.

Per la storia ho scaricato diverse presentazioni da slideshare, per esempio oggi abbiamo guardato insieme dei pdf molto completi sui Cretesi.
Reazioni: "Prof, ma ci sono più cose del libro!", "Prof, ma così è più bello, si capisce meglio!".
Ho approfittato della presentazione in slides per insegnare i primi rudimenti del prendere appunti, una delle competenze più difficili da imparare anche perché in genere nessuno te la insegna. Prendere appunti da un testo scritto è più facile rispetto al parlato, quindi i ragazzi non hanno sperimentato il fallimento che di solito si prova quando si tenta di prendere nota da un tizio che parla, se non lo sai già fare bene. Erano molto incoraggiati e li ho lasciati persuasi che è possibile farcela.

le due foto da qui

Per la grammatica si è verificato del miracoloso: scalpitavano per poter essere interrogati... si trattava di esercizi sul nome, esercizi a tutti gli effetti, non giochi. Ma appena si è presentata loro la schermata accattivante di colori e immagini, mi hanno chiesto se fosse un libro per la scuola elementare o se fossero giochi. Io ho risposto No alla prima domanda e Sì alla seconda. Certo che sono giochi! Hanno fatto un'ora e più di esercizi senza fiatare, convinti di giocare...

Non credo si tratti solo della tecnologia, che comunque è affascinante e utilissima, ma anche di un reale coinvolgimento del movimento (cliccare, segnare a colori, cambiare il colore della penna, poter spaziare su una superficie nitida e "viva") nel processo di apprendimento.

19 commenti:

  1. Interessante! Ora finalmente ho capito cosa sono queste lavagne, ne avevo letto qualcosa ma non riuscivo ad immaginarmele...
    Tienici aggiornata su queste esperienze, se puoi!
    Ho letto da qualche parte che diversi insegnanti non sarebbero preparati e non sanno come usarle, secondo te puó essere vero? A te qualcuno ha insegnato come si usano, o hai "capito tutto da sola"?
    ciao e buon lavoro :)

    RispondiElimina
  2. ma che cosa stupenda...quasi quasi mi trasferisco e segno i twins da voi....una lavagna interattiva? non l'avevo ancora sentita...sei una maestra super tecnologica...complimentissimi

    RispondiElimina
  3. All'inizio avevo qualche riserva anch'io..ma poi....miracolo!
    Piace a me e ai bambini, tanto!:)

    RispondiElimina
  4. @ sybille: in realtà se sai usare il pc sai usare la lavagna, non c'è differenza, il programmino è davvero elementare. Un collega all'inizio mi ha dato le dritte per collegare i fili poi la lim fa tutto da sola. Il problema semmai è l'utilizzo. Non può essere solo una versione tecnologica della normale lavagna, deve diventare l'occasione per trasformare la didattica e renderla meno frontale e più interattiva. Eccetto i pochissimi che il computer non sanno neanche accenderlo, molti docenti sono restii a usarla perché ritengono che si tratti di una perdita di tempo nello stile della loro didattica.

    @ twins mama: grazie, comunque credo che le lavagne siano un po' dovunque... anche alla scuola primaria, almeno da noi ci sono. Entro l'anno prossimo con i Fondi Sociali Europei ne metteremo una in ogni classe.

    @ sono contenta, brava!

    RispondiElimina
  5. nell'ultimo rigo volevo scrivere @ luly... ;)

    RispondiElimina
  6. Alla scuola di Matilde la usano per studiare geografia. I bambini sono entusiasti.

    RispondiElimina
  7. Mi piace questa nuova tecnologia!!!
    La trovo molto utile!

    RispondiElimina
  8. Sì, infatti... è una tecnologia molto utile, il massimo sarebbe poter fare dei web quest in diretta ma la LIm della mia classe non è collegata a internet, ci stiamo lavorando!

    RispondiElimina
  9. Pensa che io ho fatto il corso per usarla ma non ce l'hanno mai acquistata!!!

    RispondiElimina
  10. ciao Palmy
    anche noi abbiamo in classe la Lim con collegamento internet ... quando funziona!!! l'abbiamo già usata, ma vorrei avere più tempo per progettare e per poter lavorare con i bambini
    buon venerdì Patrizia

    RispondiElimina
  11. nella scuola primaria del mio bambino ce n'era una ogni due classi, fino allo scorso anno: si scambiavano le aule le due sezioni a seconda delle attività.
    Da quest'anno, grazie ad una tradizionale festa-camminata in campagna che si realizza da 29 anni, il comitato genitori è riuscito a completare la dotazione con le lavagne in tutte le aule.
    Effettivamente andare a farsi interrogare alla lavagna per il mio bambino rappresenta un privilegio e un gioco!

    RispondiElimina
  12. Mi piace...immagino che per i bambini l'interattività sia molto accattivante...io usavo quella lavagna quando ho insegnato in una scuola per sordomuti, ma non ne avevo mai valutato tutte le potenzialità in qualsiasi scuola.

    RispondiElimina
  13. finalmente sento qualcosa di positivo nella scuola! brava palmy!!!

    RispondiElimina
  14. come concordo... e come la vorrei anche io... (sospiro)

    RispondiElimina
  15. Grazie di essere passata Palmy!
    Molto interessante il tuo post
    mi impegnerò a leggere il tuo blog, per aggiornarmi sul mondo della scuola sono moooolto fuori esercizio

    (però non mi interrogare, please :))

    RispondiElimina
  16. E' una novità fantastica! La scuola multimediale mi interessa un sacco!

    RispondiElimina
  17. mia figlia la ha in classe dalla prima elementare.Sinceramente pur capendo le grandi potenzialità della cosa, mi è dispiaciuto che si approcciasse così piccola al mondo di internet(la loro ha il collegamento).Certo dipende tutto da come si usa...per esempio io ho notato che c'è molta approssimazione da parte degli insegnanti, che sono affascinate dal mezzo, entusiaste come i bambini stessi e si lasciano prendere un po' la mano.E' come quando si naviga su internet a casa:se sai dove devi andare trovi tante risorse, sennò perdi tempo cliccando qua e là:alla lezione di storia parlano dei dinosauri e la maestra dice"andiamo su youtube a vedere se c'è qualche video!", oppure guardiamo la ricostruzione del museo tal dei tali.Finisce l'ora di lezione e cosa è rimasto ai bambini?Come si riepiloga questo bombardamento di informazioni?Purtroppo nella mia esperienza devo dare ragione ai tuoi colleghi.Scusa la prolissità!

    RispondiElimina
  18. @ roberta: credo che questi insegnanti non programmino bene la loro lezione, non si può dire: vediamo se c'è... come non lo si dice su un libro (lo devi sapere da prima cosa vuoi proporre)... sono veramente allibita.

    RispondiElimina
  19. Bel sito scoperto da poco, complimenti! Apprezzo la competenza, l'entusiasmo, la voglia di fare, il coinvolgimento affettivo che metti nel tuo lavoro. Sono anch'io un'insegnante della tanto bistrattata scuola media e amo questo mestiere!
    Tornerò spesso su queste pagine. Un saluto.

    RispondiElimina

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...