venerdì 24 agosto 2012

Libri e fiori per i venerdì del libro

Care amiche del venerdì del libro, da poco ho letto in sequenza:

-Il linguaggio segreto dei fiori di Vanessa Diffenbaugh



-Il profumo del pane alla lavanda di  Sarah Addison Allen



Due romanzi che hanno in comune lo spunto del significato dei fiori. 
Nel primo Victoria, una ragazza orfana, costretta a trasferirsi da una famiglia adottiva all'altra, destinata dopo l'ennesimo fallimento a una casa-famiglia, utilizza il linguaggio dei fiori come mezzo di comunicazione, imparando a superare la chiusura e la pretesa di autosufficienza.
Nel secondo Claire, trentacinquenne abituata alla solitudine, usa i fiori del suo giardino, dotati di poteri magici, per un servizio di catering in cui i piatti prevedono anche i fiori tra gli ingredienti. La sua è una famiglia particolare, con doti di preveggenza. Attraverso gli eventi che sconvolgeranno il suo tranquillo isolamento, Claire imparerà ad aprirsi all'amore e a superare la paura che niente veramente resti.
Entrambi hanno in comune altri due temi: la maternità e i rapporti con gli altri. Victoria imparerà che essere una buona madre non dipende dall'aver avuto una famiglia perfetta alla spalle e che non necessariamente le colpe dei padri ricadono sui figli. Claire e la sorella Sidney riusciranno a distaccarsi dall'immagine negativa della madre e a costruire la loro vita a partire dai doni ricevuti.
Letture scorrevoli, "estive" si dice, ma anche ricche di spunti di riflessione.

Un libro, una storia: quella dell'uso vittoriano di comunicare attraverso i fiori. Una tradizione antica e interessante, un modo diverso di imparare a riconoscere i fiori. È del 1851 il dizionario The Floral Offering.

Un libro, una citazione: "A Fred era sembrato che quegli anni fossero passati con la stessa velocità con cui si scorre un romanzo per scoprire che il finale non è come ci si era aspettati. Quanto avrebbe voluto aver prestato più attenzione alla storia. Quanto avrebbe voluto aver prestato più attenzione al narratore." (da Il profumo del pane alla lavanda)

Un libro tira l'altro: sulla stessa scia vi propongo una breve lettura, Racconto viola, che potrete scaricare e leggere gratuitamente a questo link.

Per continuare a parlare di libri vi invito al gruppo Facebook Segnalibro: consigli e sconsigli di lettura, un circolo simpatico e amabile in cui si chiacchiera delle letture e di lettura.

18 commenti:

  1. Grazie per queste tue recensioni...Il profumo del pane alla lavanda è da molto tempo nella mia lista dei desideri mentre Il linguaggio segreto dei fiori, sfogliandolo e leggendo qualche pagina in libreria, non mi ha dato quella scintilla...anche se un titolo così mi attrae tantissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà nessuno dei due libri è un imperdibile capolavoro, le ho definite letture estive ma con spunti di riflessione...

      Elimina
  2. interessanti, d'altronde quale storia di una donna non lo è?

    RispondiElimina
  3. Che bella recensione! Grazie anche del link!

    RispondiElimina
  4. Il primo è piaciuto molto a mia suocera, che me lo aveva consigliato e che non mi sono ancora decisa a leggere. Il secondo... mi avevate già incuriosito su Fb! ;)
    Diciamo che il tema fiori e giardini mi si addice molto per via della mia passione per le piante... ti farò sapere se li leggerò!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quest'idea dei percorsi di lettura a tema mi sta interessando molto ultimamente...

      Elimina
    2. E' sicuramente bello seguire una tematica, credo sia affascinante. L'unico problema è che, quando un libro di questo tipo ha successo, vengono sfornati volumi quasi in serie... Forse la cosa migliore è andare a farsi una ricerca personale tra le cose scritte anche gli anni passati.

      Elimina
    3. D'accordissimo, Tamara... grazie della precisazione. In effetti bisognerebbe evitare di seguire le ondate del marketing...

      Elimina
  5. Ho appena letto il racconto "Io, lui e una sciarpa" e mi è piaciuto tanto. Originale, in poche pagine cattura l'attenzione e fa un pò sognare.....Ogni tanto ci vuole, no?
    Grazie dunque :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero, un piccolo gioiello "viola"...

      Elimina
  6. Apprezzo senz'altro i tuoi consigli letterari (o letture estive se vogliamo puntualizzare... ma anche autunnali primaverili ecc, che tanto non ci sono periodi fissi per la voglia di leggerezza!): il primo perché l'ho letto anch'io in contemporanea e ritrovo in me le tue stesse riflessioni... il secondo invece m'incuriosisce molto e me lo procurerò senz'altro! Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci sono periodi fissi per la voglia di leggerezza e a volte io quando leggo desidero solo sognare...

      Elimina
  7. Il secondo ho iniziato a leggerlo l'altro ieri.
    Il titolo mi piaceva moltissimo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi mi dici se ti è piaciuto...

      Elimina
  8. Apprezzo molto questi suggerimenti, sono titoli già presenti nella mia lista dei desideri e la curiosità di leggerli sta aumentando vertiginosamente!:-)

    RispondiElimina
  9. Ho letto Il linguaggio segreto dei fiori e mi è piaciuto. L'altro mi manca

    RispondiElimina

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...