venerdì 2 marzo 2012

La sposa normanna per i venerdì del libro

Il libro di cui vi parlo oggi l'ho letto due volte, l'ho prestato e l'ho regalato più e più volte, lo consiglio sicura che vi piacerà.
La protagonista è Costanza d'Altavilla, attempata sposa di Enrico di Svevia per ragioni di opportunità politica. Il matrimonio dovrà essere coronato dalla nascita di un erede. Ma l'età di Costanza, prossima ai quarant'anni, non lascia sperare nulla di buono.
Eppure, ormai insperato, arriva il dono. Il marito - rozzo e violento - si trova lontano quando, a gravidanza inoltrata, la notizia viene divulgata. Il sospetto che sia tutta un'invenzione lo divora. Così ordina che la sovrana lo raggiunga per poter constatare di persona la nascita. Costanza sa che, se vuole che a suo figlio siano riconosciuti i propri diritti, deve fare in modo che venga accettato come figlio legittimo. E così si mette in viaggio.
La storia è nota: Costanza non giunge alla meta, Federico nascerà a Jesi, testimone tutto il paese. Costanza, infatti, sceglierà di partorire in una tenda al centro della piazza principale. Siamo nel giorno dopo Natale del 1194: Costanza ha quarant'anni.
La vicenda del libro si snoda poi attraverso la giovane vita di Federico, il sovrano che si è guadagnato l'appellativo di stupor mundi.
Questo libro è la storia di una donna, coraggiosa e intelligente.
Ma è anche la storia di Federico II, sovrano moderno e personalità poliedrica.
Ed è la storia della Sicilia e dello straordinario melting pot di civiltà che nell'isola si è realizzato.
Eccolo qua:



Con questo post partecipo al venerdì del libro di homemademammma

17 commenti:

  1. Bellissimo!I romanzi storici sono la mia passione.grazie per la dritta!

    RispondiElimina
  2. Cara Palmy, grazie per questa "dritta" che aggiungerò di sicuro nella mia già lunghissima lista dei desideri.
    Attualmente sto leggendo Camilleri, ma faccio un po' fatica, mi piace molto il libro, ma procedo un po' a rilento. Buon fine settimana. Leyla

    RispondiElimina
  3. Sembra davvero un libro bellissimo! L'hai descritto in modo molto emozionante, grazie! :)
    buon weekend

    RispondiElimina
  4. Lo conosco di fama, anche se la stagione per me della passione per questo tipo di libri è oramai un po' passata. Mi ricorda un po' l'Irving Stone dei tempi migliori...

    Leggerti mi fa venire voglia di rispolverare anche questo mio lato un po' sepolto di lettrice!

    RispondiElimina
  5. Mi hai decisamente incuriosita... grazie

    RispondiElimina
  6. non sono particolarmente attratta dai romanzi storici ma la tua presentazione fa venir voglia di dargli un’occhiata.

    RispondiElimina
  7. Bellissimo, mi incuriosisce molto! Ho una biografia di Federico II ma forse questo punto di vista mi appassionerà di più! Jessica

    RispondiElimina
  8. Ciao, vedo che, tra le altre cose, anche tu recensisci i libri! Ti seguirò!

    RispondiElimina
  9. Come ho scritto altre volte commentando dei libri proposti per il VdL di Homemademamma, io non sono amante dei romanzi storici però questo qui stuzzica l'appetito letterario, devo dire... ;-)
    Grazie per averlo segnalato.

    RispondiElimina
  10. A me invece piacciono molto i romanzi storici, e trovo particolarmente affascinanti le biografie di grandi donne del passato. E' intuibile quanto ti possa essere caro questo libro: Grazie per il tuo contributo tra i commenti al mio post su Van Gogh, mi hai fatto cosa davvero gradita. Ciao Palmy

    RispondiElimina
  11. Mi è piaciuto il modo in cui ne hai parlato e mi piace l'idea di una stori che eruoti attorno ad una donna coraggiosa ed intelligente del passato. Bel consiglio!

    RispondiElimina
  12. Bello!!!!
    I romanzi storici sono una delle mie passioni

    RispondiElimina
  13. Io non amo molto i romanzi storici ma, come dicevo in altro commento, mi piace sperimentare anche generi più lontani dai miei gusti. Prendo nota.

    RispondiElimina
  14. La passione per i romanzi storici me l'ha trasmessa mia mamma, maestra e a sua volta appassionata lettrice. Quando ero alle elementari mi propose di leggere "Il segreto di Marai" ambientato nell'antco Egitto e da lì parti tutto il resto.
    Questo tuo consiglio non lo voglio perdere.

    RispondiElimina
  15. Bello! Ultimemente i romanzi storici mi prendono parecchio!
    Segnato.
    Un bacio
    Paola

    RispondiElimina
  16. Adoro i romanzi storici, ne ho letti moltissimi. Segno, sicuramente prima o poi lo leggo! :)

    RispondiElimina
  17. strano, io l'ho letto e il mio giudizio è totalmente negativo...
    stile sciatto, pieno di errori di puntaggiatura e talvolta di sintassi
    costruzione dei personaggi senza un filo di spessore e ricostruzione storica dell'ambiente della corte normanna di Palermo assolutamente inesistente.
    non si capisce dove voglia andare a parare l'autrice, se su un libro per ragazzi (ma allora sarebbe stata gradita una minore insistenza sulle perversioni sessuali di Enrico e una maggiore didascalicità su altri aspetti: ad esempio, perché lei chiama il suo bambino Costantino mentre tutti lo conosciamo come Federico?) o per adulti (e allora vorrei un po' più di sottigliezza nella costruzione dei caratteri e una maggiore capacità di gestione della struttura narrativa).

    RispondiElimina

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...