martedì 24 gennaio 2012

Strewing



(immagine dalla newsletter di Homeschooling Ideas, che vi consiglio vivamente)


Strewing in inglese vuol dire sparpagliare. Questo termine è stato utilizzato da Sandra Dodd,   blogger di riferimento nel campo dell'unschooling, per definire un metodo semplicissimo eppure poco utilizzato: mettere materiali di interesse didattico a disposizione del bambino o del ragazzino affinché egli possa scoprirlo, utilizzarlo, osservarlo con libertà. Qui qualche esempio con foto (testo in inglese).
Sandra spiega in questa pagina che, per prima cosa, gli interessi dei genitori circondano e coinvolgono i figli quasi senza far niente, semplicemente per il fatto stesso di essere vissuti, condivisi, e per il fatto di parlarne insieme. Il mio interesse per gli oli essenziali e per le cure naturali che quando Laura era piccola mi faceva apparire ai suoi occhi come una specie di strega d'altri tempi, ora fa parte della sua vita. Ha imparato i trucchi, i rimedi senza dover studiare. Così è accaduto per la musica, vera passione del papà. E così sta accadendo per i film, interesse che condividiamo insieme.
Ma cosa si può "mettere in mostra"? Giochi educativi, libri, file sul desktop di un computer, screensaver da cambiare periodicamente, francobolli, CD, oggetti naturali...
La pratica è adatta anche ai "bimbi grandi", preadolescenti o teens: i film sono interessanti a tutte le età, così come i giochi elettronici e non, gli esperimenti scientifici, le visite didattiche, le esperienze di scambio di mail e lettere con ragazzi stranieri, i viaggi...

13 commenti:

  1. Sempre delle ottime idee! Bello anche il nuovo look;) Buon anno!

    RispondiElimina
  2. Post interessantissimo. Ne faccio nuovo proposito per l'anno nuovo :)

    RispondiElimina
  3. Giustissimo.. il mio nanetto va per i tre anni e mi rendo conto dell'importanza di alimentare in continuazione la sua naturale curiosità.Ho sempre pensato che fin da piccolissimi, sia importante presentare ai bambini un mondo più variegato possibile in modo che possano scegliere. E non c'è niente di più bello che vederlo vicino a me, in cucina, che col coltellino di plastica taglia le verdure accanto a me :-)

    RispondiElimina
  4. Giustissimo.. il mio nanetto va per i tre anni e mi rendo conto dell'importanza di alimentare in continuazione la sua naturale curiosità.Ho sempre pensato che fin da piccolissimi, sia importante presentare ai bambini un mondo più variegato possibile in modo che possano scegliere. E non c'è niente di più bello che vederlo vicino a me, in cucina, che col coltellino di plastica taglia le verdure accanto a me :-)

    RispondiElimina
  5. Poi ripasso per leggere il post. Non commento spesso ma ti seguo con attenzione. Da me c'è un premio per te

    RispondiElimina
  6. Assolutamente d'accordo (peraltro mi sembra anche uno dei principii montessoriani, ad es. nelle scuole montessoriane tutti i materiali sono sempre a disposizione e ben visibili, non in armadi chiusi ecc.). E penso che sia una cosa che valga anche per noi adulti: circondarsi con le cose che ci stimolano, ci interessano, ci fanno sentire bene e sviluppare nuove idee solo a guardarli...! :)

    RispondiElimina
  7. @ rossella: grazie!

    @ 6cuori: la cosa bella è che non si deve fare niente! Solo lasciare sparsi o in mostra dei materiali...

    @ Basilico: questo è lo spirito giusto...

    @ Sunshine: grazie!

    @Sybille: hai ragione, vale anche per noi adulti!

    RispondiElimina
  8. Ciao Palmy, prima di tutto grazie dell'invito a partecipare a learning by playing, a cui, tu lo sai, partecipo molto volentieri, l'unica cosa però è che noi siamo in partenza per un luuungo viaggio e preparerò sicuramente un post per partecipare, al nostro ritorno verso la fine di febbraio, spero vada bene?
    però seguimi perchè se ce la faccio lancerò un giveaway nei prossimi giorni.
    E poi volevo dirti, che i tuoi post sono sempre interessantissimi, come questo del resto!!! quando torno andrò a vedere le pagine che consigli, a presto.

    RispondiElimina
  9. @ Robertina: ok per tutto, per il post e per il giveaway (anche se non sono molto fortunata in genere...)

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Volendo modificare il commento, ho finito per eliminarlo. Comunque scrivevo che il tuo post ed il sito di Sandra Dodd sono davvero interessanti!

    RispondiElimina
  12. Come sempre interessantissime, le tue suggestioni, grazie!

    RispondiElimina

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...