giovedì 12 gennaio 2012

Medieval miniature in the classroom

In classe siamo al monachesimo. A proposito, per una di quelle inspiegabili congiunture di questo mondo del web, il post sul monachesimo medievale è uno dei più letti di questo blog...
L'attenzione dei miei variegati alunni è stata attratta da un aspetto dell'argomento, il lavoro degli amanuensi, la preparazione della pergamena, il palinsesto, la miniatura. Così dopo aver approfondito l'argomento ho risposto alle loro domande con l'aiuto di Google: abbiamo trovato tante belle immagini di capilettera miniati, di codici preziosi. Mi chiedono sempre dove si trovano, in quale museo, in quale città o biblioteca. Li ha divertiti questa:


E questa: 



Nella seconda parte della lezione ho proposto loro di realizzare la miniatura dell'iniziale del loro nome. Così ognuno voleva che cercassi su Google immagini della loro lettera. 
Ho trovato un bell'esempio del lavoro in questa pagina.
Una delle mie due alunne marocchine voleva che trovassi la zeta, ma le ho spiegato che questa consonante non esisteva nell'alfabeto latino... e allora lei ha voluto scriverla in arabo! Ho detto loro di decorare la lettera con qualcosa che li rappresentasse, che fosse come uno stemma della loro personalità: chi ha disegnato draghi, chi serpentelli, chi la colonna di un tempio greco, chi ha appeso alla lettera delle scarpine da ballo o ha rappresentato degli scacchi... un tripudio di fantasia!
Eccone qualche esempio:




Questo post partecipa a:



11 commenti:

  1. Mi fai venir voglia di assistere ad una tua lezione... meno male che c'è il tuo blog!
    I miei bambini, mentre facevano i pastori in un presepe vivente, hanno assistito ad una fase della preparazione della pergamena e ne sono rimasti affascinati. Ne hanno portato a casa un pezzettino!

    RispondiElimina
  2. @ 6 cuori: sei troppo buona... ecco, la pergamena io non la sapevo fare... anche se ho raccontato la storia del re di Pergamo che non potendo più procurarsi il papiro inventò il nuovo sistema della pergamena, visto che il papiro doveva ritirarlo dall'Egitto e le pecore invece le aveva in casa...
    quindi via con un banalissimo disegno dell'iniziale!

    RispondiElimina
  3. What a wonderful lesson and what a wonderful teacher you are! They are so beautiful. Thank you so much for sharing the lesson with us.

    RispondiElimina
  4. Le lettere sono bellissime, come la lezione, del resto. I ragazzi sono sempre in grado di sorprenderci, se noi riusciamo a non essere banali. Ciao!
    P.s.: dove trovi il tempo per scrivere tutti questi post?!

    RispondiElimina
  5. @ a tatagioiosa: dopo pranzo invece di riposare... scrivo... preparo diversi argomenti e li programmo nel corso dei giorni, non sempre infatti posso mettermi a scrivere... per esempio se sono a scuola di pomeriggio...

    RispondiElimina
  6. che belle le miniature dei tuoi ragazzi e interessante lo spunto di fargli trovare qualcosa che li rappresentasse. Bellissime miniature si trovano nel museo dell'abazia di Montecassino, dove c'è anche una bellissima erboristeria...magari una gita...

    RispondiElimina
  7. What a great hands-on lesson. Your students should be proud of their efforts. Their projects are beautiful.

    RispondiElimina
  8. Bellissimo esempio di una didattica di grande soddisfazione e di grande scuola. Brava Palmy!

    RispondiElimina
  9. @ barba: montecassino l'abbiamo guardato sul web... ci viene un po' lontano... ma anche nella mia città c'è un bellissimo monastero benedettino con una ricca biblioteca...

    @ Laurie: thanks!

    @ povna: grazie, detto da cotanta collega mi fa davvero piacere!

    RispondiElimina
  10. I came over from All Things Beautiful. What a wonderful idea for a project. I can't wait to try it.

    RispondiElimina

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...