giovedì 18 settembre 2008

Dell'orario scolastico...

... o del sudoku impossibile.
"Scusa, potresti darmi il pomeriggio insieme a Pincopalla? Sai, noi lavoriamo in sinergia..."- chiede la prof Unabuonaparolapertutti - "ah, senti, un'altra cosa: mettimi anche con Sempronia, che così ci dà una mano..."
"Senti, non è che potresti farmi coincidere l'orario con La Vispa Teresa che abita proprio dietro casa mia e viaggiamo insieme?"
"Mi raccomando, che non vada a finire come l'anno scorso, che avevo tutte le ricreazioni in classe e non avevo neanche un minuto per andare in bagno!" (questa poveretta la capisco: ci sono giorni in cui mettere un pannolone appare l'unica via percorribile...)
"Io avrei bisogno di non entrare alle prime ore per poter lasciare il bambino a scuola"- domanda Mammaatempopieno (e non di rado accade che alla richiesta precedente si accompagni anche la seguente: "Io avrei bisogno di non uscire alle ultime ore per poter riprendere il bambino da scuola").
"Sarebbe bellissimo poter entrare sempre alle ultime ore: sarei disposta a fare tutti i pomeriggi, così di mattina faccio palestra, massaggi, pedicure, manicure... sai c'è meno gente..."- vagheggia Miss Cinema 1974.
"Non mi appioppare tutti i pomeriggi, mi raccomando"- chiede una.
"Non mi mettere tre ore di seguito"- chiede un altro.
"Mettimi due ore di seguito, altrimenti appena li ho sistemati suona la campana!"-dice una.
"Dammi le prime ore in classe, che sono ancora addormentati", presto convertito in  "No, ci ho ripensato, qualche prima ora ok, ma non tutte".
E non si contano i colleghi su più scuole, le allattanti, i part-time su tre giorni, le coincidenze da evitare (la palestra che non può essere fruita contemporaneamente da due insegnanti di scienze motorie e il laboratorio di informatica  che ha un tot di posti)...
Il vice-preside dice sì a tutti, assicurando il suo impegno a che le esigenze di tutti vengano rispettate. 
Poi l'orario lo fa con il computer. 
Dà un'aggiustatina qua e là, giusto per togliere le magagne più vistose e "comu finisci si cunta" (traduzione: "come la storia finisce così si racconta")... le geremiadi continueranno per qualche giorno e poi si rimanderà tutto all'orario dell'anno prossimo.

4 commenti:

  1. mi hai dato la prova provata:
    in tutte le scuole di ogni ordine e grado seguimo lo stesso consolidato copione...

    RispondiElimina
  2. @ merins: ma d'altronde... non è per cattiva volontà, ma davvero non si può accontentare tutti, anche perché non si tratta di UNA richiesta, ma di tante troppe richieste anche incompatibili tra loro... e spesso surreali.

    RispondiElimina
  3. hai tutta la mia solidarietà.
    però, acci, io ho chiesto - gentilmente - le prime ore e pare che mi daranno tutte le ultime... e le mense :(

    RispondiElimina
  4. @ lanoisette: il trucco per farsi ascoltare è chiedere UNA cosa e fattibile, da noi i pomeriggi sono equamente distribuiti, e le prime ore si cerca di darle a lettere, matematica e lingue straniere.

    RispondiElimina

Lascia una traccia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...